Fondo per l’efficienza dei servizi istituzionali anno 2014: firmato l’Accordo per il pagamento dei servizi segnalati con ritardo.

    19

    In data odierna si è tenuto, presso il Dipartimento della P.S., il programmato incontro con l’Amministrazione, allo scopo di verificare il completamento delle procedure di attribuzione degli emolumenti relativi al fondo per l’efficienza dei servizi istituzionali, con riferimento all’anno 2014.

    L’Amministrazione ha prospettato l’esigenza di procedere all’integrazione del fondo 2014 – le cui risorse sono state già utilizzate – con ulteriori 200.000 euro, a ristoro di particolari posizioni non segnalate in precedenza o rispetto alle quali si sono rese necessarie rettifiche in aumento o in diminuzione.

    Per il raggiungimento dello scopo è stato proposto dall’Amministrazione di utilizzare il residuo cassa relativo all’anno 2013, pari a 50,000 euro con l’aggiunta di 150.000 euro prelevate dalle risorse a disposizione per l’anno 2015, già disponibili. Dal pagamento delle spettanze ai colleghi residuerebbero quindi 30.000 euro, che rimarrebbero come riserva del fondo per eventuali ulteriori richieste di pagamento.

    La metodologia individuata, secondo quanto rappresentato dall’Amministrazione, avrebbe già ricevuto il placet dall’Ufficio Centrale del Bilancio.

    Le sottoscritte organizzazioni sindacali si sono dette favorevoli al pagamento di quanto dovuto ai colleghi.

    Non hanno mancato, però, di evidenziare all’Amministrazione l’esigenza di perfezionare in futuro l’attività di rilevazione per ridurre al massimo i margini di errore.

    E’ stata anche rappresentata la necessità di predisporre per tutti i dipendenti idonee procedure per l’acceso al programma “P.S. Personale” onde favorire la piena conoscenza dei servizi resi, allo scopo di una esatta applicazione degli istituti previsti dal fondo.

    A richiesta delle scriventi OO.SS., verranno avviati una serie di incontri con l’Amministrazione, al fine di procedere a una revisione dei criteri relativi all’assegnazione degli istituti del cambio turno e della reperibilità.

    A margine dell’incontro, a richiesta delle OO.SS., l’Amministrazione ha chiarito che la motivazione del mancato pagamento dell’Una tantum 2014 risiede nella mancata disponibilità dei relativi fondi al Ministero dell’Economia e Finanza.

    Testo accordo firmato

    [attachments template=template_1]

    Advertisement