Come individuare attacchi di Pishing

845

Ultimo aggiornamento 01/05/2021

Alcuni provider di posta elettronica hanno subito attacchi di phishing da parte di truffatori che si fingono N26. Queste email fraudolente informano i clienti di presunte violazioni o attività sospette sul loro conto e li invitano a confermare i loro dati personali con urgenza, minacciando il blocco dell’operatività e addirittura la chiusura del conto se non si agisce immediatamente.
Ecco alcuni indizi per individuare un attacco di phishing:

  • Messaggi e/o chiamate che ti informano che il tuo conto verrà bloccato o chiuso a meno che tu non agisca subito.
  • Messaggi e/o chiamate con richieste di informazioni personali. Se sei cliente N26, non ti chiederemo mai di condividere per email la tua password, codice fiscale, numero completo della tua carta di credito, codice di conferma o il tuo PIN
  • Messaggi con errori di ortografia e tipografici, font e caratteri diversi o accenti usati in modo errato. In generale, email, SMS o siti web che contengono errori ortografici e informazioni incoerenti dovrebbero metterti in allerta.
  • Messaggi che ti informano che la tua password è contenuta in allegato. Una banca non ti invierà mai la tua password tramite allegato.

Link ingannevoli: prima di aprire un link, passaci sopra con il cursore e verifica che sia effettivamente collegato a una pagina verosimile. Se usi lo smartphone, toccalo e tieni premuto (senza togliere il dito) in modo da visualizzare il link completo.

Advertisement