Commissione alloggi di servizio per personale inviato in missione art.22 ANQ. Esito incontro

253

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

Nella mattinata odierna presso la Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato si è riunita per la terza volta la Commissione mista, costituita con decreto del Capo della Polizia ai sensi dell’art 22 del nuovo Accordo Nazionale Quadro, per formulare proposte sui criteri d’idoneità degli alloggi di servizio per il personale in missione.
La riunione è iniziata con l’analisi dei dati acquisiti da tutte le strutture territoriali dell’Amministrazione e trasmessi dal competente Servizio Tecnico Logistico del Dipartimento della P.S. alle OO.SS. riguardanti la QUANTIFICAZIONE, la SEDE e la TIPOLOGIA degli alloggi collettivi (con la precisazione dei posti letto, delle superfici, della presenza e la dislocazione dei servizi igienici, di sistemi o impianti di aerazione e quant’altro possa essere utile ai fini dei lavori della commissione), per verificare la disponibilità generale e le condizioni alloggiative complessive ed iniziare, quindi, a valutare la situazione reale e fissare i criteri d’idoneità degli alloggi destinati all’uso del personale inviato in missione.
Nel corso dell’incontro è stato chiesto ai rappresentanti dell’Amministrazione di fornire, oltre a quelli collettivi, anche l’elenco degli alloggi individuali da destinare al personale da inviare in missione, in quanto la norma di cui all’art 22 stabilisce che i criteri d’idoneità debbono essere stabiliti per entrambe le tipologie di alloggio.
Il SIULP, unitamente ai rappresentanti della altre sigle sindacali, ha sostenuto, che per individuare i criteri d’idoneità degli alloggi per il personale inviato in missione si debba fare riferimento al decreto 21 ottobre 2008 della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo che definisce e regola gli standard minimi nazionali dei servizi e delle dotazioni per la classificazione degli alberghi delle varie categorie, in modo tale da adeguare le strutture dell’Amministrazione, adibite ad ospitare il personale in missione, ai requisiti previsti dagli alberghi della categoria prevista per il personale di polizia.
Il SIULP ha, inoltre chiesto che venga garantita omogeneità ed univocità di trattamento in merito alla sistemazione alloggiativa per tutto il personale della Polizia di Stato che viene inviato in missione a qualunque qualifica, o ufficio appartenga, anche alla luce della recente norma introdotta dall’art 4 comma 98 della Legge nr.183/2011 che prevede che il personale appartenente alle amministrazioni pubbliche che venga inviato in missioni in territorio nazionale, è tenuto a fruire di vitto e alloggio nelle apposite strutture delle amministrazioni di appartenenza, ove esistenti e disponibili.
Il SIULP ha chiesto che la commissione, oltre a definire i criteri d’idoneità, individui tempi e procedure chiare per la gestione unitaria ed uniforme della problematica con riguardo all’utilizzo degli alloggi e alla sussistenza di idoneee condizioni igienico sanitarie e di pulizia degli stessi. In particolare si dovrà trovare un sistema che consenta una valutazione reale ed una certificazione concreta che detti alloggi abbiano effettivamente i requisiti richiesti e non solo meramente documentale. Nel caso, infatti, di disponibilità di alloggi per il personale da inviare in missione che non abbiano concretamente i requisiti richiesti, si dovrà prevedere espressamente che il personale possa fruire, comunque. della sistemazione alberghiera.
La riunione è stata aggiornata entro un mese per la prosecuzione dei lavori

Advertisement