Contratto: il documento del Cartello

69

Ultimo aggiornamento 22/08/2013

“UNA BUFALA i 160 EURO DI AUMENTO L’INCREMENTO MEDIO AGGIUNTIVO LORDO PROCAPITE E’ DI 36 EURO”

Abbiamo firmato alla funzione pubblica il contratto normativo per il quadriennio 2006/2009 e la c.d. “coda contrattuale” 2006/2007

Si sono conclusi nella serata di ieri, con la sottoscrizione presso il Dipartimento della funzione pubblica alla presenza del Ministro Brunetta, dei Sottosegretari dei dicasteri interessati, del Capo della Polizia e dei vertici di tutte le Forze di polizia e della Forze armate, i lavori per il rinnovo del contratto normativo relativo al quadriennio 2006/2009 e della coda contrattuale relativa al biennio 2006/2007. Per chiarezza e per l’onestà intellettuale che contraddistingue il comportamento sindacale delle OO.SS. aderenti al “Cartello” dobbiamo chiarire e precisare che i fondi utilizzati per il rinnovo in questione sono quelli stanziati dal Governo precedente (Governo Prodi) e che la gran parte degli importi contenuti nelle tabelle del contratto sottoscritto sono già percepiti dal personale a far data dal 1° febbraio 2007 per la parte strettamente stipendiale (busta paga). Siamo ben lontani dai 160 euro medi di aumento sbandierati dal Ministro Brunetta nei telegiornali e nei giornali, poiché si tratta di 36,00 euro lordi procapite di incremento medio aggiuntivo. Le voci accessorie incrementate con la c.d. coda contrattuale sono le seguenti:

  • Ora di straordinario incrementata di circa 1,50 euro in media a decorrere dal 1° dicembre 2008;
  • Assegno di funzione anticipato da 29 a 27 anni di servizio con un incremento per i soli agenti/assistenti ed assistenti capo di 781 euro annui lordi – decorrenza 1 dicembre 2008;
  • L’istituzione di una terza fascia di assegno di funzione al compimento dei 32 anni di servizio che si sostanzia con un incremento economico del 15% circa, rispetto all’assegno di funzione percepito al compimento dei 27 anni di servizio – decorrenza 1 dicembre 2008;
  • Ticket restaurant rideterminati a 7 euro con un incremento rispetto a quelli precedenti di 2,35 euro;
  • Il riconoscimento anche per i NOCS delle indennità d’impiego già previsto per i GIS e per i GICO, ma che non veniva riconosciuta poiché non avevano “status militare” – decorrenza 1° gennaio 2009;
  • Il raddoppio delle indennità per i sommozzatori che come noto erano ferme al 1975 – decorrenza 1 gennaio 2009;
  • Sperequazione – incremento, per la sola qualifica dei sovrintendenti o qualifiche equiparate con anzianità inferiore a 15 anni di 5 euro mensili per l’indennità di impiego operativo per attività di aeronavigazione, previsto dall’art. 13 comma 2 del d.P.R. 164/02 – decorrenza 1° gennaio 2009;
  • Aumento dell’indennità di bilinguismo che varia a seconda della fascia e degli attestati di conoscenza – decorrenza 1 gennaio 2009;
  • Rideterminazione dell’indennità oraria di missione, prevista dall’art. 7 comma 5 del d.P.R. 164/02, a 8 euro che si sostanzia in un incremento di 2 euro – decorrenza 1° gennaio 2009;
  • Rideterminazione dell’indennità di compensazione prevista per l’impiego del personale in servizio nella giornata prevista per il riposo settimanale o festivo infrasettimanale a 8 euro che si sostanzia in un incremento di 3 euro – decorrenza 1° gennaio 2009;
  • Inoltre sono stati destinati 533.695,00 euro al rimborso delle spese sostenute dal personale per gli asili nido.

Durante l’incontro abbiamo chiesto l’avvio urgente dei lavori per il rinnovo del contratto relativo al biennio economico 2008/2009 per il quale il Governo Berlusconi ha stanziato 586 milioni di euro, a fronte dei 990 milioni di euro messi a disposizione dal Governo Prodi per il rinnovo del biennio 2006/2007. Abbiamo chiesto ed ottenuto dal Governo la garanzia di avere, a breve, la delega sul riordino delle carriere ed il provvedimento legislativo definitivo che escluda il Comparto sicurezza e difesa dalle decurtazioni stipendiali previste per la malattia dall’art. 71 del cosiddetto “decreto Brunetta”, come sancito dagli accordi contrattuali allegati.

 

Advertisement