DECRETO ALFANO: SIULP, bene principio di sussidiarietà. Club partecipino a spese Forze polizia.

    87

    Plaudiamo all’iniziativa del PD di presentare un emendamento al decreto Alfano con il quale si propone che i Club partecipino al pagamento dei costi accessori che lo Stato sopporta per garantire i servizi di ordine pubblico in occasione degli incontri di calcio.

    Il SIULP da anni, ed in particolare da quando è iniziata la spending review rivendica il principio di sussidiarietà che coinvolga anche i Club calcistici nell’impegno economico, oggi sopportato dalla fiscalità generale a scapito della collettività, per garantire che gli incontri si svolgano in serenità e che le società perseguano i loro profitti. Una spesa di oltre 22 milioni di euro, a fronte di un impiego di circa 2000 unità per ogni week and calcistico, che da quest’anno in forza del decreto Alfano raddoppierà atteso che il provvedimento prevede un impiego di almeno 4000 unità e quindi una spesa di circa 40 milioni di euro.

    Lo afferma Felice ROMANO, Segretario Generale del SIULP in una nota con cui plaude all’iniziativa del PD circa la chiamata dei Club calcistici a contribuire ai costi accessori per i servizi di OP allo stadio.

    Questa iniziativa, in un momento dove si fa fatica a reperire i fondi per far funzionare al meglio la macchina sicurezza, è la risposta giusta per coniugare la sicurezza collettiva e gli interessi delle società di calcio.

    Del resto, conclude il leader del SIULP, i costi per pagare l’ammontare complessivo delle indennità accessorie delle Forze di polizia sono pari appena all’1% dei soli introiti provenienti dai diritti televisivi che i Club si dividono, per le Forze di polizia quell’importo significa sottrarre quasi la metà del budget complessivo che hanno a disposizione per la sicurezza generale del Paese.

    DECRETO ALFANO: SIULP, CLUB PARTECIPINO A SPESE FORZE POLIZIA = bene emendamento Pd, vale principio di sussidiarietà

    Roma, 17 set. (AdnKronos) – ”Plaudiamo all’iniziativa del Pd di presentare un emendamento al decreto Alfano, con il quale si propone che i Club partecipino al pagamento dei costi accessori che lo Stato sopporta per garantire i servizi di ordine pubblico in occasione degli incontri di calcio”. Lo afferma Felice Romano, segretario generale del Siulp.
    ”Da anni il Siulp -spiega- e in particolare da quando è iniziata la spending review, rivendica il principio di sussidiarietà che coinvolga anche i Club calcistici nell’impegno economico, oggi sopportato dalla fiscalità generale a scapito della collettività, per garantire che gli incontri si svolgano in serenità e che le società perseguano i loro profitti. Una spesa di oltre 22 milioni di euro, a fronte di un impiego di circa 2.000 unità per ogni week and calcistico, che da quest’anno in forza del decreto Alfano raddoppierà atteso che il provvedimento prevede un impiego di almeno 4.000 unità e quindi una spesa di circa 40 milioni di euro”.
    Per il Siulp, ”questa iniziativa, in un momento dove si fa fatica a reperire i fondi per far funzionare al meglio la macchina sicurezza, è la risposta giusta per coniugare la sicurezza collettiva e gli interessi delle società di calcio”.

    ”Del resto -conclude Romano- i costi per pagare l’ammontare complessivo delle indennità accessorie delle Forze di polizia sono pari appena all’1% dei soli introiti provenienti dai diritti televisivi che i Club si dividono, per le Forze di polizia quell’importo significa sottrarre quasi la metà del budget complessivo che hanno a disposizione per la sicurezza generale del Paese”.

    [attachments template=template_1]

    Advertisement