Decreto-Legge 21 giugno 2022, n.73 – Soppressione delle Commissioni mediche di verifica 

173

Ultimo aggiornamento 27/10/2022

Con nota 555/V-RS/01/128 prot. n. 005483 del 19 ottobre 2022 l’Ufficio Relazioni Sindacali del Dipartimento della P.S. ha dato riscontro alla richiesta di chiarimenti della Segreteria Nazionale del SIULP il cui testo è stato pubblicato sul n. 41/2022 del 7 ottobre 2022 di questo notiziario.
Pubblichiamo di seguito il contenuto della nota dell’Amministrazione:

“Con riferimento alla nota in epigrafe relativa all’oggetto, la Direzione Centrale di Sanità ha rappresentato quanto segue: A seguito della soppressione delle Commissioni mediche di verifica (CMV) del Ministero dell’Economia e delle Finanze, stabilita dal decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73, convertito con modificazioni nella legge 4 agosto 2022, n. 122, a decorrere dal 10 gennaio 2023 cesseranno anche le CMV di Firenze e di Napoli, alle quali l’accordo stipulato dall’Amministrazione ex art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241 aveva attribuito, a decorrere dal 15 gennaio 2019, le competenze per le visite collegiali ai sensi del d.P.R. 461/2001 e del DM 12 febbraio 2004 nei confronti del personale della Polizia di Stato in servizio negli Uffici e Reparti dislocati in Toscana ed in Campania e del personale in quiescenza residente nelle medesime Regioni.

La problematica derivante dalla previsione normativa in questione, affrontata a livello del Comparto Difesa e Sicurezza attraverso riunioni tecniche tenutesi di recente presso l’Ispettorato Generale della Sanità Militare, alle quali hanno partecipato rappresentanti della predetta Direzione Centrale, ha determinato la riproposizione di Commissioni mediche dell’Amministrazione della pubblica sicurezza, come contemplate dall’art. 1 -ter del decreto-legge 45/2005, convertito nella legge 89/2005, e dall’art. 7, comma 3, del decreto-legge 101/2013, convertito nella legge 125/2013.

Allo stato, sono all’esame dei competenti Uffici dipartimentali una bozza del decreto istitutivo delle Commissioni di cui si tratta nelle sedi di Firenze e di Napoli, presso le quali sono state peraltro individuate strutture ritenute idonee allo scopo, nonché uno schema di convenzione, che dovranno costituire la base di confronto, anche con le altre Amministrazioni coinvolte, le quali si sono già favorevolmente pronunciate al riguardo.

Allo stesso tempo, la Direzione Centrale per gli Affari Generali e le Politiche del Personale della Polizia di Stato, con nota n. 23079 del 14 ottobre u.s., avente ad oggetto “Soppressione Commissioni mediche di verifica del Ministero dell’Economia e delle finanze”, partecipata anche a codesta O.S., ha fornito indicazioni in merito ai procedimenti di nuova istituzione presso gli Uffici/Reparti della Polizia di Stato che afferiscono attualmente alle CMV di Firenze e di Napoli.

Per le determinazioni riguardanti le pratiche in giacenza presso le citate CMV, la Direzione Centrale di Sanità ha rappresentato che si procederà d’intesa con le altre Forze del Comparto, tenendo debitamente in conto anche le modalità che saranno contenute nei decreti attuativi della normativa di cui al richiamato decreto-legge n. 73/2022”.

Advertisement