Indennità per i servizi di controllo con impiego dei centri mobili di revisione (C.I.M.) – Presto una realtà

48

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

La proposta formulata dal Siulp in occasione del Convegno sulla Polizia Stradale svoltosi a Venezia il 31 ottobre 2008, d’istituire un’indennità per il personale della Polizia Stradale impegnato nei controlli con impiego dei Centri Mobili di Revisione (C.I.M.) con il personale della Motorizzazione Civile, finalmente sta per diventare realtà.

 

Infatti, nella mattinata odierna, si è svolto presso il Dipartimento della P.S. un primo incontro con il Direttore del Servizio Polizia Stradale Roberto Sgalla per valutare la possibilità che l’Amministrazione possa stipulare una convenzione con la Consulta degli Autotrasportatori per istituire una specifica indennità per il personale della Polizia Stradale impegnato in tali servizi..

Il dr Sgalla ha riferito che si tratta di un’opportunità per l’Amministrazione per razionalizzare l’impiego del personale, ma anche di un’occasione per il sindacato per consentire l’attribuzione di significativi benefici di natura economica anche per il personale.

Secondo quanto riferito dal Direttore, oggi, in media, in ogni regione vengono attuati 8 servizi al mese da parte di personale della Polizia Stradale (in genere due equipaggi per un totale di 4 persone) addetto al controllo documentale, insieme al personale della Motorizzazione Civile, addetto al controllo tecnico dei veicoli, a cui si devono aggiungere ulteriori servizi fatti d’iniziativa da parte dei singoli uffici territoriali, con punte d’impiego di 12/15 controlli CIM al mese.

Il Direttore del Servizio Polizia Stradale ha chiesto alle organizzazioni sindacali una prima valutazione e la condivisione del progetto per avviare un confronto di merito con la Consulta Autotrasportatori per giungere alla stesura di una bozza di convenzione sul modello di quanto già realizzato per il personale della Motorizzazione Civile.

La convenzione dovrebbe prevedere:

1) – l’attribuzione di un’indennità da destinare ad ogni operatore della Polizia Stradale per ogni servizio che potrebbe ammonterà ad una somma che potrà oscillare tra i 70 ed i 100 euro lordi che, secondo l’Amministrazione, dovrebbe essere omnicomprensiva di tutti gli altri attuali benefici (indennità di missione, ecc.), mentre il Siulp ha invece posto come condizione pregiudiziale al proprio consenso, che tale indennità deve aggiungersi alle altre indennità già percepite;

2)- la durata dei servizi di controllo con CIM si svolgeranno dalle ore 8,30/9,00 alle ore 16,30/17,00 ,con relativa pausa pranzo e dovranno essere attuati dal medesimo personale per tutta la durata del controllo, con l’attribuzione delle relative ore di lavoro straordinario aggiuntive all’indennità;

La delegazione del Siulp ha condiviso l’iniziativa riservandosi di esprimere una più compiuta valutazione non appena verrà trasmessa la bozza della convenzione nella quale saranno indicati tutti i dettagli e la quantificazione esatta dell’indennità, ed ha avanzato, preliminarmente, la richiesta che venga previsto nella convenzione che gli orari, le modalità attuative, la formazione, i criteri d’impiego del personale,vengano demandati a specifici accordi con il sindacato a livello territoriale, ai sensi delle normative vigenti in materia e degli istituti previsti dal nuovo Accordo Nazionale Quadro.

Nel corso dell’incontro il Direttore del Servizio Polizia Stradale ha anche fornito alcune comunicazioni:

a) – con i prossimi trasferimenti di agenti alla Polizia Stradale verranno destinate 250 unità delle quali il 70% verrà assegnato a reparti autostradali;

b) – entro i primi sei mesi del corrente hanno verranno assegnate 40 autovetture BMW ed altre 80 entro fine di quest’anno;

c)- dal mese di settembre scorso ad oggi alla Polizia Stradale sono state assegnati circa 700 nuovi mezzi con un rinnovo del 40 % del parco veicoli in dotazione.

L’incontro è stato aggiornato non appena sarà disponibile la bozza di convenzione

Advertisement