Intercettazioni: il SIULP solidale con lo sciopero giornalisti.

21

Ultimo aggiornamento 19/05/2013

Dichiarazioni del Segretario Generale Felice ROMANO
 
Il SIULP solidarizza, e partecipa idealmente allo sciopero dei giornalisti contro il provvedimento del Governo sulle intercettazioni, anche alla luce dell’ennesimo risultato positivo conseguito dalla Squadra Mobile di Napoli con l’arresto di Pagano che dimostra quanto sia fondamentale, per la lotta alla criminalità, tale strumento.
Ad affermarlo Felice ROMANO, Segretario Generale del SIULP che, oltre a sottolineare l’importanza e la indispensabilità dello strumento delle intercettazione nella lotta alla criminalità, aggiunge come il diritto della privacy, che pure deve essere garantito, non può essere il pretesto per eliminare uno strumento straordinario per le attività di indagini e il diritto all’informazione che ha pari dignità nei principi costituzionali di un paese democratico.
Il SIULP si batte da sempre, conclude Romano, per avere strumenti efficaci e garantire la sicurezza e la democrazia per il nostro Paese. Per questo auspichiamo che il Governo, ascoltando gli innumerevoli appelli che gli stanno giungendo sulla inopportunità delle modifiche all’utilizzo delle intercettazioni, riesca, abbattendo il limite dei 75 giorni come tempo massimo per le operazioni tecniche, a bilanciare il diritto alla privacy senza intaccare quello dell’informazione che, come la sicurezza, è elemento imprescindibile per ogni democrazia avanzata.
 
Advertisement