Irrispettoso e pericoloso trascinare il Capo Polizia nelle beghe partitiche di palazzo

5967
POLIZIA: Romano (SIULP), Capo Polizia figura di garanzia per sicurezza pubblica e coesione sociale. Irrispettoso e pericoloso trascinarlo nelle beghe partitiche di palazzo.

Riteniamo irragionevole, irrispettoso – per tutte le donne e tutti gli uomini che quotidianamente operano in ogni angolo del Paese con assoluta dedizione a salvaguardia della sicurezza pubblica e di tutte le libertà individuali e collettive dei cittadini – e pericoloso – per la tenuta della sicurezza pubblica e della coesione sociale perché destabilizzante per l’intera Istituzione – trascinare il Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza – in bieche e perniciose beghe di palazzo, animate da sparute correnti partitiche che trovano anche amplificazione con la logica degli specchietti per le allodole nella quale qualche mass media comunque incappa.

Ancor più revanscista, oltre che impensabile, appare siffatta puerile tattica se si pensa che viene resa pubblica a pochi giorni dalla celebrazione del 171° anniversario della fondazione della Polizia di Stato durante la quale, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri On. Giorgia Meloni – che ringraziamo ancora per la sua dimostrata vicinanza all’Istituzione e alle donne e uomini che la compongono – il Prefetto Lamberto Giannini e il Ministro Matteo Piantedosi hanno ricevuto il ringraziamento da parte del Presidente Mattarella per il delicato ed efficacie servizio che quotidianamente svolge la Polizia di Stato al servizio del Paese e a difesa della sicurezza e delle libertà dei nostri cittadini.

Così in una nota Felice ROMANO, Segretario Generale del SIULP commenta le notizie stampa che preannunciano un passaggio del Capo della Polizia al ruolo di Prefetto di Roma.

Le funzioni del Prefetto di Roma, delicatissime e di estrema importanza nella gestione della sicurezza pubblica della nostra Capitale, che richiedono personalità di altissima levatura istituzionale oltre che dotate di indiscussa professionalità, per quanto fondamentali e imprescindibili sono funzioni che attengo alla vita e alla gestione della sola nostra Capitale. Nelle funzioni del Capo della Polizia – Direttore Generale della P.S. – rientra, oltre a quelle di coordinatore di tutte le Forze di polizia, anche quella di indirizzare tutti i Prefetti delle province italiane relativamente alla loro funzione di Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza.

advertise

La storia, infatti, ci ha consegnato anche nel recente passato che il Prefetto di Roma, per le sue capacità sia stato chiamato a ricoprire la funzione di Capo della Polizia – Direttore Generale della P.S..-

Ecco perché, conclude il leader del SIULP, chiunque tenga alla sicurezza dei nostri cittadini, alla tutela delle loro libertà e al mantenimento della coesione sociale, non può nemmeno immaginare un’ipotesi come quella riportata dai mass media giacché questo significherebbe destabilizzare l’intero sistema sicurezza nazionale che oggi, a detta di tutti, è uno dei migliori al mondo.

Roma, 14 aprile 2023

Commento su Capo polizia a Prefetto Roma

Advertisement