Mobilità del personale del ruolo ordinario degli assistenti e agenti della polizia di stato

2532

N.333-saa/idiv-isez

Mobilità del personale del ruolo ordinario degli assistenti e agenti della polizia di stato

Come noto le procedure di mobilità del personale dei ruoli ordinari della polizia di stato, che aspira ad essere trasferito ai sensi dell’art. 55 del d.P.R. 24 aprile 1982, n. 335, come da circolare n.333-d/121.M4/2017 del 15 gennaio 2018, sono gestite, in fase di presentazione delle istanze, tramite la piattaforma denominata “portale mobilità” che consente di ottimizzare le procedure stesse in trasparenza ed efficacia.

Nel mese di giugno 2022 avrà termine la fase residenziale del 216° corso di formazione per Allievi agenti e in occasione dell’assegnazione degli stessi, è stata programmata una movimentazione del personale del ruolo ordinario degli assistenti ed agenti della polizia di stato.

Gli interessati potranno inoltrare istanza di trasferimento esclusivamente mediante l’apposita modulistica on line disponibile sul portale mobilità entro e non oltre il 4 marzo 2022. Potranno accedere al suddetto portale all’indirizzo https://portalemobilita.Cen.Poliziadistato.It e seguire il link presente al fine della preventiva registrazione (se non già registrati) al portale “S.S.O.” (single sign on) inserendo le credenziali di accesso utilizzate per il sistema doppiavela o per il sistema ps personale.

Coloro che ambiscono ad essere movimentati presso gli uffici della polizia postale e delle comunicazioni, oltre alla relativa domanda di trasferimento, dovranno compilare il questionario tecnico presente nell’apposita sezione all’uopo dedicata. Il formulario consentirà all’interessato di dichiarare le proprie conoscenze e/o competenze tecnico-informatiche al fine di permettere all’amministrazione di selezionare le necessarie professionalità da destinare al settore specialistico.

Si informa che tutte le domande di trasferimento hanno la validità di 3 anni dalla data di inserimento nel portale. Pertanto, le domande inoltrate fino a tutto il mese di gennaio 2019 sono archiviate, come previsto dalla citata circolare del 15 gennaio 2018. A tal riguardo, i dipendenti che ne abbiano ancora interesse dovranno inserire una nuova istanza nel portale mobilità.

Si rammenta che a seguito dell’istituzione della nuova questura “Barletta Andria Trani”, dovranno essere rinnovate sul portale mobilità le istanze presentate in passato per uffici territoriali ricadenti nella competenza della neo questura.

Saranno valutate le aspirazioni di trasferimento dei dipendenti che matureranno il requisito dell’anzianità di sede minima richiesta entro il termine delle procedure in atto.

Entro la stessa data del 4 marzo P.V., tutti coloro che, successivamente all’inserimento della domanda di trasferimento nel portale, sono stati destinatari di un provvedimento di mobilità ai sensi dell’art. 44 del d.P.R. 28 ottobre 1985, nr.782 – atteso che il sistema informatico non prevede automatismi per la modifica del dato dovranno procedere all’inserimento di una nuova domanda, avendo cura di immettere il nuovo ufficio nel campo relativo al reparto di servizio.

Si evidenzia che a seguito della riorganizzazione degli uffici del dipartimento della pubblica sicurezza, in attuazione del d.M. 6 febbraio 2020 (C.D. Atto ordinativo unico), gli interessati al citato ambito, anche in caso di istanze pregresse, dovranno verificare la corrispondenza = degli uffici ambiti con il nuovo assetto dipartimentale ed in caso di disallineamento procedere alle necessarie integrazioni,

Gli uffici del personale di ciascuna articolazione della polizia di stato dovranno esprimere il parere di competenza contestualmente alla presentazione della domanda del dipendente e comunque entro e non oltre il successivo 11 marzo 2022, in via esclusiva mediante il portale mobilità.
Al fine di consentire al personale interessato una valutazione più approfondita delle richieste di trasferimento avanzate, si rappresenta che dal 5 all 11 marzo  2022 il portale consentirà esclusivamente “la revoca dell’istanza di trasferimento, senza possibilità di integrazione o modifica della stessa.

Si ribadisce che le istanze di trasferimento e/o revoca pervenute in formato cartaceo non potranno essere prese in considerazione, attesa l’esclusività del portale quale strumento per la gestione della mobilità ordinaria.

Il personale interessato potrà prendere visione della posizione in graduatoria e delle anzianità di sede, di reparto e di nomina in ruolo che hanno contribuito a determinarla e, in caso di eventuali discrasie, dovrà contattare, tempestivamente, questo ufficio mediante e-mail deru.Ssaa.Segreteria@interno.It.

I questori ed i dirigenti di tutte le articolazioni periferiche, nonché i direttori di quelle degli uffici centrali, sono invitati a vigilare affinché i responsabili degli uffici del personale si attengano scrupolosamente alla corretta e puntuale osservanza delle indicazioni contenute nella presente circolare, in ordine sia alla modalità di revoca delle istanze di trasferimento avanzate nel portale mobilità, sia al rispetto dei termini per l’inoltro dei pareri e/o delle informazioni di competenza che, come noto, concorrono ad integrare l’iter procedimentale.

Queste ultime dovranno pervenire, senza eccezione alcuna, prima della conclusione della procedura di mobilità, stante l’impossibilità di provvedere alla sostituzione di coloro a carico dei quali emergano elementi e/o informazioni negative che non rendano possibile il trasferimento.

Considerato il perdurare delle limitazioni connesse all’emergenza sanitaria covid-19 si sensibilizzano le ss.ll. A riporre la massima attenzione nel portare sollecitamente a conoscenza di tutto il personale del ruolo in questione, anche se assente a qualsiasi titolo, i contenuti della presente circolare.

Il direttore centrale per gli affari generali e le politiche del personale della polizia di stato Scandone.

PDF CIRCOLARE

Advertisement