Mobilità del personale.Esito incontro – comunicato congiunto

216

Ultimo aggiornamento 13/07/2019

Riportiamo il comunicato congiunto del SIULP, del SAP e dell’UGL Polizia di Stato

ESITO DELL’ INCONTRO RELATIVO ALL’ ESAME DELLA BOZZA DI CIRCOLARE SULLA MOBILITA’ DEL PERSONALE PER SEDI DIVERSE

Nel pomeriggio di ieri 7 luglio 2011 si è tenuta, presso il Dipartimento della P.S., la quarta riunione concernente l’esame della bozza di circolare relativa alla mobilità per sedi diverse, riguardante gli appartenenti al ruolo Agenti ed Assistenti, nonché quello dei Sovrintendenti.

advertise

Durante l’incontro, presieduto dal Direttore del Servizio Sovrintendenti, Assistenti ed Agenti, è stata consegnata alle OO.SS. presenti la bozza di circolare contenente i criteri generali della mobilità di quei colleghi che aspirano ad essere trasferiti in una sede diversa da quella di appartenenza.

In questo contesto abbiamo verificato che il documento aveva accolto e recepito tutte le osservazioni che avevamo avanzato all’Amministrazione, nell’ultimo incontro, ed in particolare la previsione di considerare l’anzianità nella sede di servizio il punto cardine e fondamentale nel novero dei criteri da adottare per la definizione delle graduatorie.

Nello stesso ambito sono stati stabiliti tempi certi nella definizione dei trasferimenti e nella pubblicazione delle graduatorie, comunque legati all’uscita dei corsi.

Inoltre, sempre su richiesta di queste OO.SS, è stato ridotto da quattro ad un anno il periodo entro il quale un dipendente che viene trasferito per incompatibilità ambientale può ripresentare nuova istanza di assegnazione ad altra sede, cosi come è stata ridotta dal 30% al 10% l’aliquota di agenti di nuova nomina che, all’uscita dai corsi, verranno destinati presso quelle sedi dove l’età media del personale è più elevata (ovviamente, allievi non provenienti da quella sede). Nella circostanza, veniva anche escluso il discrimine che avrebbe visto i colleghi colpiti da sanzioni disciplinari vedersi dedurre dei punti alla loro graduatoria prodromica al trasferimento.

Scompare, altresì, la possibilità per l’Amministrazione che possano esservi trasferimenti determinati a seguito di chiamata diretta (Polizia Postale) o previa verifica di requisiti attitudinali (Polizia Stradale), così come l’esclusione dalle graduatorie del personale che aspira essere assegnato presso gli Uffici del Dipartimento.

Sono state anche introdotte procedure più snelle per l’inoltro delle istanze di trasferimento (molto probabilmente si potranno inviare on line tramite Ufficio) e cassata qualsiasi ipotesi di assegnazione ai Reparti Mobili diversa dai criteri oggetto della presente bozza di circolare.

Di particolare importanza, inoltre, è la norma che consentirà, dopo un anno dall’entrata in vigore dei nuovi criteri, di rivisitare gli stessi, unitamente ai sindacati, così da poter apportare eventuali correttivi che si rendessero necessari per migliorare ulteriormente la mobilità del personale.

Queste OO.SS., infine, hanno chiesto l’ampliamento da tre a cinque del numero delle sedi ove poter chiedere di essere assegnati, in virtu’ del nuovo concetto di trasferimento non per provincia ma per comune, introdotto tra le novità presenti nel documento.

I criteri generali esposti nella riunione odierna, condivisi da quasi tutte le OO.SS. presenti al tavolo, rappresentano un valido punto di partenza per il lavoro che verrà ripreso a settembre attraverso la calendarizzazione di incontri ad hoc concernenti la definizione dei criteri per la mobilità degli Ispettori, dei Funzionari e del personale del ruolo Tecnico nonché per le discipline speciali concernenti la legge 104, l’art. 78 ecc.

Ciò premesso, queste OO.SS, hanno chiesto all’Amministrazione di dar corso, nel più breve tempo possibile, all’emanazione dei già previsti trasferimenti riguardanti il personale del ruolo Agenti, Assistenti e Sovrintendenti con tempi che tengano conto anche dei piani ferie già programmati e pianificati, dagli Uffici territoriali.

Advertisement