POLIZIA: sindacati pronti a scendere in piazza per operatività bloccata

34

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

Si riporta il testo del comunicato, a firma congiunta, inviato agli organi di stampa
SIULP, SAP, UGL Polizia di Stato e CONSAP rappresentativi di circa il 70% dei poliziotti, dopo l’appello al Presidente Monti senza alcun riscontro positivo, preannunciano una manifestazione pubblica davanti Palazzo Chigi per denunciare l’atteggiamento di totale disinteresse del Ministero dell’Economia rispetto ad un adempimento formale, quale la sottoscrizione del Decreto Interministeriale che libera le risorse finanziarie già stanziate per il pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario dei poliziotti che negli scorsi mesi sono stati impegnati a garantire l’operatività della funzione di sicurezza a garanzia dell’ordine pubblico nei servizi connessi all’Emergenza Nord Africa e alla Tav.
Donne e uomini della Polizia di Stato che nell’anno 2012 sono stati impegnati nelle zone di frontiera del nostro Paese per garantire l’operatività e affrontare l’emergenza immigrazione o nella Val di Susa, facendosi carico di turni di servizio massacranti, fino a 18 ore di lavoro giornaliere al caldo o al freddo – affermano i Segretari Generali dei sindacati di polizia – non possono essere maltrattati e mortificati dagli atteggiamenti di una burocrazia ministeriale che non ha alcun rispetto della dignità, del sacrificio e del lavoro svolto da migliaia di poliziotti e, soprattutto della sicurezza dei cittadini e del Paese.
Queste risorse, continuano i sindacalisti, servono per garantire l’operatività della Polizia e la sicurezza; per questo, considerato l’inspiegabile ritardo di circa un anno del MEF, pur con il massimo senso di responsabilità verso il delicato momento che il Paese attraversa, non ci resta che manifestare pubblicamente contro il totale disinteresse della compagine governativa verso la sicurezza del Paese e dei suoi cittadini e nei confronti della dignità delle donne e degli uomini in uniforme.

Lanci di agenzia
SICUREZZA: SINDACATI POLIZIA, SU FONDI STRAORDINARIO PRONTI A MANIFESTAZIONE ANNUNCIATA INIZIATIVA DAVANTI A P.CHIGI, ‘BUROCRAZIA NON RISPETTA DIGNITA”
Roma, 28 mar. (Adnkronos) – I sindacati di Polizia Siulp, Sap, Ugl Polizia di Stato e Consap, ”rappresentativi di circa il 70% dei poliziotti, dopo l’appello al Presidente Monti senza alcun riscontro positivo”, preannunciano ”una manifestazione pubblica davanti Palazzo Chigi per denunciare l’atteggiamento di totale disinteresse del Ministero dell’Economia rispetto ad un adempimento formale, quale la sottoscrizione del Decreto Interministeriale che libera le risorse finanziarie gia’ stanziate per il pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario dei poliziotti che negli scorsi mesi sono stati impegnati a garantire l’operativita’ della funzione di sicurezza a garanzia dell’ordine pubblico nei servizi connessi all’Emergenza Nord Africa e alla Tav”.
“Donne e uomini della Polizia di Stato – rilevano i sindacati di Polizia in una nota- che nell’anno 2012 sono stati impegnati nelle zone di frontiera del nostro Paese per garantire l’operativita’ e affrontare l’emergenza immigrazione o nella Val di Susa, facendosi carico di turni di servizio massacranti, fino a 18 ore di lavoro giornaliere al caldo o al freddo, non possono essere maltrattati e mortificati dagli atteggiamenti di una burocrazia ministeriale che non ha alcun rispetto della dignita’, del sacrificio e del lavoro svolto da migliaia di poliziotti e, soprattutto della sicurezza dei cittadini e del Paese”.
Queste risorse, continuano i sindacalisti, ”servono per garantire l’operativita’ della Polizia e la sicurezza; per questo, considerato l’inspiegabile ritardo di circa un anno del MeF, pur con il massimo senso di responsabilita’ verso il delicato momento che il Paese attraversa, non ci resta che manifestare pubblicamente contro il totale disinteresse della compagine governativa verso la sicurezza del Paese e dei suoi cittadini e nei confronti della dignita’ delle donne e degli uomini in uniforme”

Advertisement