Problematiche concorsi vice sovrintendenti.Nuove modalità concorsuali in dirittura d’arrivo

62

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

INCONTRO TAVOLO TECNICO SULLE PROBLEMATICHE ATTINENTI AI CONCORSI A VICE SOVRINTENDENTI

 

Nel corso del pomeriggio odierno si è’ svolta la programmata riunione convocata presso il Dipartimento della P.S., allo scopo di discutere delle possibili modalità con cui procedere al recupero ed all’azzeramento dell’arretrato accumulato in questi anni nella indizione dei concorsi per l’accesso al ruolo dei Sovrintendenti della Polizia di Stato.

Preliminarmente, il Siulp ha chiesto all’Amministrazione di chiarire se la riunione in corso fosse da considerarsi una prosecuzione della precedente riunione tenutasi in sede tecnica, o rappresentasse una nuova convocazione del tavolo in sede politica.

Al riguardo il Direttore Centrale per le Risorse Umane, che presiedeva la riunione, ha affermato trattarsi della naturale prosecuzione della precedente riunione in sede tecnica, smentendo la tesi di una ripresa della discussione in sede politica.

Nell’illustrare la propria proposta l’Amministrazione, ha ulteriormente chiarito che la stessa prevede in via straordinaria una modifica legislativa del procedimento relativo ad una delle due modalità concorsuali (la parte che oggi si svolge per esame e titoli riservata ad Agenti, Ag.sc, Ass.ti e Ass.ti Capo).

Il Prefetto Fioriolli, ha rappresentato che l’espletamento del concorso per esame a 136 posti, già bandito, comporterà necessariamente un ritardo di almeno 5/6 mesi nell’attuazione della fase concorsuale per Vice Ispettore, confermando tuttavia che il concorso, come già anticipato, sarà comunque bandito entro l’estate per 500 posti riservati ai Sovrintendenti e 500 posti per tutte le altre qualifiche.

Al riguardo il Siulp ha manifestato la sua netta contrarietà all’ipotesi di un annullamento del concorso già bandito per Sovrintendenti, sulla base dell’esigenza di corrispondere alle aspettative dei colleghi che si stanno già preparando.

Il SIULP, inoltre, ha chiesto all’Amministrazione di chiarire se la proposta originaria di annullare la procedura concorsuale non fosse magari motivata dalla esigenza di agire in autotutela rispetto al contenuto del ricorso già notificato all’Amministrazione nello scorso aprile da un gruppo di colleghi idonei e non vincitori dei precedenti concorsi che hanno espressamente chiesto al Tar del Lazio l’annullamento del concorso per l’accesso al ruolo dei Sovrintendenti già bandito, sulla base della motivazione che l’espletamento del concorso potrebbe vanificare l’aspirazione dei ricorrenti ad occupare i posti previsti in relazione a ciascuna annualità attraverso un generalizzato scorrimento delle graduatorie dei precedenti concorsi. Sul punto, il Prefetto Fioriolli ha negato qualsiasi tipo di influenza del citato ricorso sulle proprie determinazioni.

Il Siulp ha manifestato apprezzamento per il progetto illustrato dall’Amministrazione ed ha chiesto:

elevazione della percentuale indicata nell’ultima bozza dell’Amministrazione dal 30 % al 50% dei posti riservati all’aliquota concorsuale prevista per gli Assistenti Capo;.

salvaguardia del mantenimento della sede di servizio a tutti i vincitori del concorso sulle singole annualità, sul presupposto che si tratta di fase straordinaria, ed in sub-ordine garanzia prioritaria della conservazione della sede almeno per gli Assistenti Capo;

che venga garantita una gestione dei titoli trasparente, e riferiti alle singole annualità concorsuali;

rimodulazione dei punteggi previsti nell’ultima bozza presentata per prevenire spazi di eccessiva discrezionalità decisionale e consentire l’armonizzazione dei titolo di studio con l’anzianità di servizio che deve restare l’elemento principale di valutazione, in quanto, l’introduzione dei titoli di studio non era mai stata presa in considerazione nei precedenti concorsi per l’accesso alla qualifica di Sovrintendente;

indicazione dettagliata ed esplicativa dei titoli considerati, dei criteri e modalità di quantificazione ed attribuzione del punteggio su ciascuna delle categorie di titoli genericamente indicati nella bozza;

attribuzione di un punteggio aggiuntivo anche per coloro i quali hanno superato in passato, senza la possibilità di accedervi, oltre che il concorso per l’accesso al ruolo Sovrintendenti, anche quelli per l’accesso al ruolo degli ispettore e/o al ruolo dei direttivi;

integrazione dei titoli e l’attribuzione di un punteggio aggiuntivo per lo svolgimento di servizi operativi;

Al termine della riunione l’Amministrazione, preso atto delle osservazioni e delle richieste formulate dal SIULP e dalle altre OO.SS. si è riservata di far pervenire una nuova e conclusiva proposta in modo da dare il via all’iter legislativo necessario per la modifica delle attuali procedure, dare avvio all’azzeramento dell’arretrato e contestualmente bandire i primi due concorsi interni per Vice Ispettori per almeno 1000 posti l’anno e per i prossimi anni.

Advertisement