Procedure mobilità ordinaria del personale del ruolo ispettori. Avvio nuovo Portale Mobilità.

1801

N.333/ISP/IN/SEZ.MOBILITA”/COLL.9018/B/2022

Procedure mobilità ordinaria del personale del ruolo ispettori.Avvio nuovo Portale Mobilità.

In sinergia con la Direzione centrale dei servizi tecnico logistici e della gestione patrimoniale, tramite la collaborazione del Centro Elettronico Nazionale della Polizia di Stato di Napoli, è stata predisposta l’introduzione di un portale per la gestione delle procedure relative alla mobilità del personale del ruolo degli ispettori “ordinari” che aspira ad essere trasferito ai sensi dell’art. 55 del decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982, n.335.

Il portale, che ricalca quello già in uso per il personale dei ruoli dei sovrintendenti e degli agenti ed assistenti, rappresenta un ulteriore passo nel processo di semplificazione delle procedure della mobilità ordinaria del personale ed è stato presentato alle Organizzazioni Sindacali nel corso di una riunione dedicata.

In prima applicazione si è ritenuto di avviare una fase di sperimentazione che consentirà di testare le procedure di presentazione delle istanze di trasferimento e quelle connesse all’inserimento dei relativi pareri inerenti alle questure di Roma e Latina e al Compartimento polizia stradale per il Lazio e l’Umbria. A far data dal 12 maggio e fino al 26 maggio 2022 tutte le istanze di trasferimento del personale del ruolo degli ispettori ordinari da e/o per i suddetti uffici potranno essere presentate direttamente tramite il predetto portale. Nello stesso arco temporale dovranno essere espressi i pareri in uscita e dal 27 maggio al 1° giugno 2022 i pareri in ingresso. Esclusivamente nella fase di sperimentazione gli uffici interessati provvederanno, altresì, all’inoltro cartaceo delle istanze.

Le istanze in premessa saranno successivamente valutate nell’ambito dei trasferimenti che saranno disposti a livello nazionale.

Al termine della fase di sperimentazione il portale sarà esteso a tutto il territorio nazionale a seguito di diramazione di apposita circolare che riporterà il lasso temporale per la presentazione delle istanze, nonché quello per i pareri in uscita ed in ingresso degli uffici preposti.

Il sistema di accreditamento nel portale utilizza il servizio di autenticazione unico per gli applicativi della Polizia di Stato integrati SSO-ADN, Single Sign On — Active Directory Nazionale.
Per eventuali problematiche connesse all’autenticazione nel portale è possibile contattare Help desk dedicato del CEN di Napoli al nr. 081-3730611 post selezione 7.

L’istanza di trasferimento, una per ciascun utente, può essere inserita e modificata esclusivamente dall’interessato, mediante l’apposito modulo online disponibile nel portale, da compilare in modo completo, secondo le indicazioni operative del manuale utente, disponibile sulla home page del portale Mobilità (https://portalemobilita.cen.poliziadistato.it), che riporta anche i contatti telefonici e il relativo indirizzo di posta elettronica degli uffici del Servizio ispettori competenti per l’istruttoria delle predette istanze.

La richiesta può essere avanzata per sede o per reparto per un massimo di 5 sedi, indicando dapprima il comune di interesse e poi uno o anche tutti gli uffici/reparti ubicati in quel comune. L’ordine di inserimento costituisce espressione di preferenza, qualora sussista la possibilità di trasferimento su più comuni/reparti.

AI fine di consentire l’aggiornamento costante del sistema, l’istanza di trasferimento può essere modificata dall’interessato fino all’attribuzione del parere di competenza dell’Ufficio di appartenenza (Direzione centrale, Questura, Compartimento, Zona, ecc.). Dopo tale adempimento l’interessato, qualora voglia modificarla o integrarla, dovrà necessariamente revocarla e provvedere ad inserirne una nuova.

Per il trasferimento presso gli uffici della polizia postale e delle comunicazioni, è necessario corredare l’istanza dell’apposito questionario tecnico, che dovrà essere compilato direttamente tramite lo stesso portale nella sezione dedicata della domanda, per le valutazioni di specifica attribuzione del Servizio polizia postale.

La richiesta di trasferimento avrà una validità di tre anni dalla data di inserimento nel sistema e, alla scadenza di tale termine, sarà automaticamente eliminata, previa comunicazione all’interessato, ferma restando la possibilità per il dipendente di riproporla. Il portale conserverà esclusivamente l’ultima istanza avanzata dal dipendente e solo quest’ultima sarà valutata nella predisposizione dei trasferimenti.

L’inserimento dell’istanza di trasferimento sostituisce l’inoltro cartaceo, ma non esenta il dipendente dall’obbligo di darne tempestiva comunicazione, secondo la via gerarchica, al proprio ufficio mediante consegna di copia della stessa.

Ciascun dipendente potrà prendere visione della propria posizione in graduatoria, dopo la validazione delle domande da parte del Servizio ispettori, predisposta secondo i criteri di seguito indicati:

  • anzianità di sede (provincia), che decorre dall’inquadramento nel ruolo degli ispettori;
  • qualifica;
  • anzianità di ruolo.

Ai preposti degli uffici del personale delle articolazioni in indirizzo, cui sono affidati i delicati compiti di verifica delle domande e di inserimento dei relativi pareri, è riservata una specifica area del portale, alla quale potranno accedere mediante le credenziali SSO-ADN, Single Sign On — Active Directory Nazionale, previa specifica abilitazione del Servizio ispettori.

L’Ufficio del personale potrà inserire e/o modificare il parere di competenza sulla richiesta di trasferimento fino al termine della fase di inserimento domanda, come sarà indicato specificatamente nella circolare di avvio del portale su tutto il territorio nazionale. Al riguardo, per consentire l’operatività del portale ed il costante aggiornamento dell’anagrafe del predetto personale, si richiede la massima tempestività nelle comunicazioni delle designazioni e cessazioni dall’incarico a qualsiasi titolo.

Tenuto conto dell’elevato profilo delle funzioni attribuite al personale del ruolo ispettori, nell’istruttoria delle istanze di trasferimento a domanda, oltre al parere del Questore che, quale autorità provinciale di pubblica sicurezza, esprime il nulla osta all’ingresso nella provincia, sono sempre previsti anche i pareri sia dell’ufficio ove il dipendente presta servizio sia di quello per il quale è richiesto il trasferimento, individuato per gli uffici di specialità nel Servizio di riferimento.

Tali pareri saranno espressi dai competenti uffici tramite il portale, assicurando così agli interessati, in un’ottica di assoluta trasparenza, la conoscenza immediata degli stessi e il monitoraggio dello stato delle istanze di trasferimento. Al riguardo si richiama l’attenzione sulla necessità che tali pareri siano adeguatamente motivati e connessi ad oggettive esigenze funzionali/organizzative degli uffici interessati.

Il personale ha facoltà di presentare istanza di trasferimento in ogni momento nell’arco temporale di apertura del portale, che sarà indicato nella successiva circolare di avvio della procedura di mobilità sul territorio nazionale. L’istanza acquisita nel sistema sarà valutata al maturare dei termini di permanenza in sede definiti dall’art. 55 del d.P.R. n.335/82.

Rimangono invariate le disposizioni e le modalità di presentazione delle istanze di trasferimento ai sensi dell’art. 44 del decreto del Presidente della Repubblica 28 ottobre 1985, n.782, di competenza dei Signori Questori e Dirigenti degli Uffici/Reparti, nonché quelle avanzate ai sensi di normativa speciale.
Allo stesso modo, con riferimento alla mobilità del personale del ruolo degli ispettori tecnici, al momento rimangono invariate le modalità di presentazione delle istanze di trasferimento in uso, nelle more dell’adeguamento del sistema anche per il predetto personale.

PDF CIRCOLARE

Advertisement