Progettualità “SISFOR” – Trasferimento delle competenze alla Scuola di Perfezionamento per le Forze di polizia.

2134

N. 555/V-RS/Area 1/
Prot.: 0003070 del 14/06/2021

Come noto, l’art. 4 comma 5 del D.P.C.M. 11 giugno 2019, n. 78 “Regolamento recante l’organizzazione degli Uffici centrali di livello dirigenziale generale del Ministero dell’Interno”, ha previsto la soppressione, nell’ambito del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, della Direzione Centrale per gli Istituti di Istruzione.

Con decreto del Ministero dell’Interno 18 ottobre 2019, modificato dal D.M. del 15 luglio 2020, è stato pertanto istituito l’Ispettorato delle Scuole della Polizia di Stato, definendone l’orientamento, le competenze e le linee di dipendenza.

In tale contesto, con decreto del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, che ad ogni buon fine si allega, è stato disposto il trasferimento della progettualità di cui all’oggetto dalla Direzione Centrale per gli Istituti di Istruzione alla Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia e l’istituzione di un Gruppo di lavoro, denominato “Gruppo Sisfor”, alle dirette dipendenze del Direttore della Scuola, in qualità di beneficiario del Progetto.

Restano invariati gli indirizzi di posta elettronica: manager.sisforl@intemo.it e manager.sisfor2@interno.it, mentre il nuovo indirizzo di posta elettronica certificata è il seguente: dipps.sfp.sisfor@pecps.intemo.it.

VISTA la Legge 1° aprile 1981, n. 121, recante “Nuovo ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza” e, in particolare, gli articoli 4, 5 e 6 concernenti le funzioni e l’organizzazione del
Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, nonché l’art. 60, relativo all’istruzione e alla formazione professionale;

VISTO in particolare, l’articolo 5, secondo comma, della Legge n. 121 del 1981, in base al quale al predetto Dipartimento della Pubblica Sicurezza è preposto il Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza;

VISTO l’articolo 16 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165, concernente le funzioni demandate ai dirigenti di uffici dirigenziali generali;

VISTA la legge 31 marzo 2000, n. 78, recante: “Delega al Governo in materia di riordino dell’Arma dei carabinieri, del Corpo forestale dello Stato, del Corpo della Guardia di finanza e della Polizia di Stato” e, in particolare, l’articolo 6, comma 2-bis, il quale, al fine di assicurare il coordinamento delle attività di formazione e di addestramento del personale della Polizia di Stato, ha istituito l’Ispettorato delle Scuole
della Polizia di Stato:

VISTO l’articolo 4 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 giugno 2019, n.78, che individua gli Uffici di livello dirigenziale generale di cui si compone il Dipartimento della Pubblica Sicurezza e, in particolare, il comma 5, concernente, tra l’altro, la soppressione della Direzione centrale per gli istituti di istruzione di cui all’articolo 5, primo comma, della legge n. 121 del 1981, stabilendo che i relativi compiti sono attribuiti alla Direzione centrale per gli affari generali le politiche del personale della Polizia di Stato, nonché alla Direzione centrale per i servizi di ragioneria;

VISTO il Decreto del Ministro dell’interno 18 ottobre 2019, come modificato dal Decreto del Ministro dell’interno 15 luglio 2020, il quale, in attuazione dell’articolo 6, comma 2-ter della predetta legge n. 78 del 2000, definisce l’ordinamento, le competenze e le lince di dipendenza del citato Ispettorato delle Scuole della Polizia di Stato, precisando all’articolo 4 che la definitiva operatività dell’Ispettorato delle Scuole della Polizia di Stato dovrà avvenire entro la data di completa attuazione del decreto del Ministro dell’interno 6 febbraio 2020 e che, nelle more, le funzioni di coordinamento e di controllo delle Scuole della Polizia di Stato, continuano ad essere esercitate dalla Direzione centrale per gli istituti di istruzione;

VISTO il Decreto del Ministro dell’interno 6 febbraio 2020, concemente il numero e le competenze degli uffici, dei servizi e delle divisioni in cui si articola il Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’interno e, in particolare, l’articolo 74, comma 1, lettera b), il quale stabilisce che la Direzione centrale per gli affari generali e le politiche del personale della Polizia di Stato garantisce, tra l’altro, il
coordinamento e l’unità di indirizzo dell’attività degli istituti, delle scuole e dei centri di formazione e addestramento della Polizia di Stato, attraverso il dipendente Ispettorato delle Scuole della Polizia di
Stato;

VISTO il decreto del Ministro dell’interno 8 luglio 2020, con il quale è stato approvato il Piano per l’attuazione del D.M. 6 febbraio 2020 e le successive disposizioni integrative del medesimo Piano, recate dal decreto del Ministro dell’interno 29 gennaio 2021;

VISTO “Accordo sulle linee generali delle politiche pubbliche per la promozione della sicurezza integrata”, adottato dalla Conferenza Unificata in attuazione dell’articolo 2 del decreto-legge 20 febbraio
2017. n. 14, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 aprile 2017, n. 48, recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” e, in particolare, il paragrafo 6 concemente l’aggiornamento
professionale integrato il quale, nel sottolineare l’importanza, ai fini di un efficace sistema di sicurezza integrata, di un bagaglio professionale condiviso dal personale delle Forze di polizia e delle Polizie locali nei settori di interesse comune, richiama espressamente l’esperienza promossa dal Ministero dell’interno – Dipartimento della pubblica sicurezza denominata Sistema di Formazione on line per le Forze dell’ordine – Sisfor;

CONSIDERATO che la Direzione centrale per gli istituti di istruzione è beneficiario dei progetti “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”, finanziati con risorse a valere,
rispettivamente, sul PON “Legalità” 2014-2020 e sul Fondo Sicurezza Interna 2014-2020 con l’obiettivo di favorire una formazione progressiva ed integrata e un aggiornamento continuo, in modalità e-learning, a favore del personale della Polizia di Stato, dell’ Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza, nonché delle Polizie locali;

CONSIDERATA la necessità, attesa la soppressione della Direzione centrale per gli istituti di istruzione, di assicurare il passaggio delle competenze gestionali delle progettualità “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended” ad apposita articolazione
dipartimentale;

CONSIDERATO che la Scuola di perfezionamento per le Forze di polizia, dì cui all’articolo 22 della legge n. 121 del 1981, è l’unica struttura dipendente dal Dipartimento competente in materia di formazione
interforze;

RITENUTO di individuare, a decorrere dalla data del 31 maggio 2021, la Scuola di perfezionamento per le Forze di polizia, di cui all’articolo 22 della legge n. 121 del 1981, quale struttura dipartimentale subentrante alla Direzione centrale per gli istituti di istruzione nelle funzioni di beneficiario delle progettualità “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”;

VALUTATA l’opportunità di costituire un “Gruppo di lavoro” che favorisca il progressivo trasferimento alla Scuola di perfezionamento per le Forze di polizia delle conoscenze e competenze maturate presso la Direzione centrale per gli istituti di istruzione nella gestione delle progettualità “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”.

DECRETA
Art. 1
Oggetto

  1. Il presente decreto individua l’Articolazione di livello centrale incaricata, in considerazione della prevista soppressione della Direzione centrale per gli istituti di istruzione, di garantire la prosecuzione dei progetti “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”, nonché la gestione della relativa piattaforma informatica.
  2. Il presente decreto disciplina, altresi, l’istituzione e i compiti di un apposito Gruppo di lavoro istituito per assicurare il progressivo assorbimento da parte della Scuola di perfezionamento per le Forze di polizia della gestione dei progetti “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”.
  3. Ai fini del presente decreto si intende per:

a) “Scuola” la Scuola di perfezionamento per le Forze di polizia di cui all’art, 22 della legge n. 121 del 1981;

b) “Sisfor” il progetto “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine”, ammesso a finanziamento. a valere sulle risorse dell’Asse 4 e dell’Asse 5 del PON Legalità 2014 e, successivamente, esteso con il progetto “Sisfor Extended”, a valere . | sul Fondo Sicurezza Interna 2014-2020;

c) “Gruppo Sisfor” il Gruppo di lavoro istituito ai sensi dell’articolo 3 del presente decreto incaricato di svolgere le attività necessarie ad assicurare il progressivo assorbimento da parte della Scuola di perfezionamento per le forze di polizia della gestione dei progetti “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”.

Art. 2
Individuazione dell’articolazione preposta alla gestione di “Sisfor”

  1. A decorrere dalla data del 31 maggio 2021, la Scuola assume la competenza a proseguire la gestione dei progetti “Sisfor — Sistema di formazione online delle Forze dell’ordine” e “Sisfor Extended”.

Art. 3
Istituzione e mandato del “Gruppo Sisfor”

  1. AI fine di agevolare la Scuola nell’assolvimento dei compiti di cui all’articolo 2, è istituito un apposito Gruppo di lavoro, denominato “Gruppo Sisfor”, che provvede a garantire:

a) l’assolvimento degli adempimenti di ordine amministrativo-contabile;

b) l’operatività e la funzionalità dell’infrastruttura tecnologica e della piattaforma di e-
learning,

c) l’avanzamento di Sisfor sul piano finanziario, fisico e procedurale nel rispetto dei
regolamenti comunitari disciplinanti i fondi europei che hanno finanziato le relative
progettualità e delle direttive della competente Autorità di gestione/Autorità
Responsabile del PON “Legalità” 2014-2020 e Fondo Sicurezza Interna 2014-2020;

d) la piena funzionalità ed operatività di Sisfor attraverso l’organizzazione e l’erogazione
dei moduli formativi ai destinatari;

e) l’organizzazione e gestione dei corsi per “Tutor” e “Master Tutor Sisfor della
piattaforma e-learning”.

Art. 4
Linee di dipendenza

  1. Il Gruppo Sisfor opera alle dirette dipendenze del Direttore della Scuola.
  2. Il Direttore della Scuola si avvale del Gruppo Sisfor per sviluppare le attività necessarie all’esecuzione del mandato di cui all’articolo 3 e relazionarsi con le Direzioni centrali e con gli Uffici di pari livello del Dipartimento della pubblica sicurezza, con le articolazioni delle Forze di polizia competenti in materia di formazione, con l’ Associazione Nazionale Comuni Italiani, nonché con le altre Amministrazioni eventualmente interessate al progetto Sisfor.
  3. Il Direttore della Scuola si avvale, altresì, del Gruppo Sisfor al fine di mantenere il flusso comunicativo con l’Autorità di gestione/Autorità Responsabile del PON “Legalità” e del Fondo Sicurezza Intema ed assolvere a tutti gli adempimenti prescritti dai regolamenti che disciplinano i predetti strumenti finanziari.

Art. 5
Composizione del Gruppo Sisfor

  1. La composizione del Gruppo Sisfor, costituito inizialmente dal personale della Direzione centrale per gli istituti di istruzione ora addetto al progetto Sisfor, è definita con successivo decreto adottato su proposta del Direttore della Scuola.
  2. L’incarico di coordinatore del Gruppo Sisfor non costituisce autonoma posizione dirigenziale.

Art. 6
Termine per l’assolvimento dell’incarico

  1. Il Gruppo Sisfor assolve l’incarico affidato entro il termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto.
  2. Il termine per l’assolvimento dell’incarico può essere prorogato in presenza di motivate esigenze.
  3. Nel caso di proroga del termine di cui al comma 1, l’incarico di coordinatore del Gruppo Sisfor è assegnato ad un Funzionario o ad un Ufficiale delle Forze di polizia, individuato secondo criteri di alternanza e rotazione.

Art. 7
Disposizioni finali

  1. La Scuola, in qualità di beneficiario di Sisfor, in luogo della Direzione centrale per gli istituti di istruzione, è incaricata di corrispondere alle direttive dell’Autorità di gestione/Autorità Responsabile del PON “Legalità” 2014-2020 e del Fondo Sicurezza Interna 2014-2020.
  2. Il Direttore della Scuola sovrintende all’attuazione del presente decreto.

Art. 8
Clausola di invarianza finanziaria

  1. Dall’attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato. Il Dipartimento della pubblica sicurezza provvede all’attuazione delle previsioni recate dal presente Decreto con le risorse disponibili a legislazione vigente.

PDF CIRCOLARE

Advertisement