Reparti Mobili della Polizia di Stato – criticità connesse all’uso dell’uniforme

380

Ultimo aggiornamento 07/07/2023

Si riporta il testo della nota inviata dalla Segreteria nazionale del SIULP il 30 giugno 2023 all’ufficio per le Relazioni Sindacali del Dipartimento della P.S.:

““Per la divisa operativa dei Reparti Mobili è previsto, quale copricapo, l’uso del basco in tessuto di colore blu con il fregio della Polizia di Stato.

Ciò detto, sembrerebbe che a causa di una carenza di questo accessorio nei magazzini, la sua distribuzione sia oggi praticamente sospesa, tanto che i colleghi appena assegnati ai Reparti Mobili, siano essi provenienti dai corsi di formazione o trasferiti a domanda da altri uffici, oggi si trovano nell’imbarazzante condizione di doversi presentare sugli scenari di ordine pubblico calzando il berretto rigido con visiera, oppure, in alternativa, derogando dall’indossare il copricapo.

È quanto segnala la Segreteria Provinciale del SIULP di Firenze. Una condizione talmente singolare che se non ledesse l’istituzione e il suo decoro, e non costituisse un rischio per la sicurezza per il personale, sembrerebbe la caricatura di un malconcio poliziotto creata dalla matita di un vignettista.

Ipotesi, quest’ultima, che costituirebbe solo il male minore, poiché l’immagine del poliziotto in divisa operativa del Reparto Mobile che calza il berretto con la visiera in imprevedibili contesti di ordine pubblico, potrebbe anche conquistare le piattaforme social, coprendo di ridicolo l’intera Polizia di Stato.

La questione, sincrona agli altri Reparti Mobili dislocati sul territorio, sembrerebbe sinora attenuata solo laddove questi giovani colleghi, ancor prima di percepire la loro prima busta paga da Agente in prova, hanno avvertito la sensibilità, o subito la costrizione, di prelevare risorse economiche dal già contenuto stipendio per acquistare il basco blu.

Evitando di argomentare in questa sede la misura in cui la condizione appena accennata sta

rilevando sulle sensazioni dei nuovi colleghi appena immessi in ruolo al termine del corso di formazione, il cui primo approccio con l’Amministrazione è stato quello di dover acquistare nei negozi pezzi della divisa, si chiede un intervento risolutivo presso i competenti uffici dipartimentali affinché la contingenza appena segnalata giunga a pronta soluzione””.

Advertisement