Riunione del tavolo tecnico per la definizione di nuovi criteri per stabilire le sedi disagiate

243

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

Nel pomeriggio del 15 dicembre scorso si è svolta presso il Dipartimento della P.S. una riunione del tavolo tecnico per la definizione di nuovi criteri d’individuazione delle sedi disagiate di cui all’art 55 del dPR nr.335/82, da recepire con decreto ministeriale da emanare con cadenza annuale.
Il Dirigente Superiore dr Nicola De Cristofaro della Direzione Centrale per gli Affari Generali ha presieduto il tavolo tecnico, ha confermato la necessità urgente dell’Amministrazione di intervenire sulla materia per aggiornare, circostanziare ed integrare gli attuali criteri utilizzati per individuare le sedi disagiate.

 

Lo stesso Dirigente ha chiesto, nelle more della definizione dei nuovi criteri, di avere il consenso dei sindacati per sanare la mancata emanazione dei due decreti ministeriali per gli anni 2009 e 2010 lasciando inalterato l’elenco delle sedi disagiate previste e confermate dal 2006 ad oggi.

 

I sindacati presenti hanno respinto con forza la proposta di sanare per l’ennesima volta le inadempienze dell’Amministrazione anche per gli anni 2009 e 2010 attraverso l’emanazione del medesimo decreto ministeriale adottato nel 2008 posto che ciò recherebbe con sè il concreto rischio di lasciare la situazione immutata anche per gli anni successivi continuando a gestire la problematica con provvedimenti che avrebbero solo la funzione di costituire un mero adempimento burocratico. Non sarebbe, in tal modo, rispettato il contraddittorio rispetto alle esigenze manifestare e ribadite dall’Amministrazione dal 2006 ad oggi con riferimento alla necessità di razionalizzare e regolamentare in modo diverso da oggi la problematica dell’individuazione delle sedi disagiate mediante l’introduzione di nuovi criteri.

 

advertise
Il cartello dei sindacati ha, altresì, confermato l’esigenza di affrontare seriamente e tempestivamente la questione per ricercare soluzioni ed individuare criteri che possano rendere concreta ed effettiva l’attuazione dei presupposti normativi ed i vantaggi per i colleghi che prestano servizio nelle sedi disagiate specie in materia di mobilità.

 

I rappresentanti sindacali, quindi, unanimemente hanno invitato l’Amministrazione a confermare o meno la necessità manifestata di voler ricercare nuovi parametri ed in caso positivo di formulare una base di proposta articolata sulla quale il tavolo tecnico lavorerà per trovare una soluzione condivisa che non potrà che avere valenza per il futuro.

 

Solo dopo aver concluso i lavori del tavolo tecnico ed avere individuato tempi e modalità certe per l’attuazione delle decisioni assunte, i sindacati hanno concordemente confermato la futura disponibilità a sanare eventualmente le situazioni relative agli anni precedenti e che ad oggi non sono state formalmente regolamentate attraverso la riproposizione di un decreto analogo a quello emanato negli anni scorsi e valido fino all’attuazione dei nuovi criteri.

 

Il Presidente del tavolo tecnico ha preso atto della posizione unanimemente condivisa ed espressa da tutte le OO.SS.e ha proposto l’aggiornamento della riunione con i sindacati per una data da definire agli inizi del 2011 successivamente ad un preventivo confronto interdirezionale delle varie articolazioni ministeriali interessate, al fine di individuare eventuali proposte dell’Amministrazione da approfondire al tavolo tecnico, astenendosi, nel frattempo dall’emanazione del decreto ministeriale annuale sulle sedi disagiate.
Advertisement