Schema di decreto per l’individuazione dei limiti di età per l’accesso nei ruoli della Polizia di Stato.Parere contrario del Siulp

45

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

Di seguito riportiamo il testo della lettera inviata all’Ufficio Relazioni Sindacali, con le osservazioni del SIULP sullo schema di decreto del Ministro dell’Interno concernente il regolamento recante norme per l’individuazione dei limiti di età per la partecipazione ai concorsi pubblici di accesso ai ruoli del personale della Polizia di Stato
(comunicazione ai sensi dell’art 25 del D.P.R. 164/2002)

“In esito alla nota nr.557/RS/01/67 del 27 febbraio scorso relativa all’oggetto, si intendono formulare le seguenti osservazioni ed avanzare contestualmente la richiesta di un’incontro sullo scherma di decreto in esame, poiché per il SIULP:

1. qualsiasi intervento sui limiti di età per la partecipazione ai concorsi pubblici di accesso ai ruoli del personale della Polizia di Stato, non può che avvenire nell’ambito di un ragionamento più ampio che ponga al centro dell’attenzione un’ ipotesi di revisione delle attuali modalità di accesso nella Polizia di Stato, con il passaggio preventivo obbligatorio dalle Forze Armate. In caso contrario, il mero intervento di riduzione dei limiti massimi, senza ulteriori interventi di revisione del sistema attuale, rischia di tradursi in una ingiustificata compressione delle legittime aspettative, delle aspirazione e delle opportunità per migliaia di giovani di poter entrare nella Polizia di Stato. Inoltre il solo abbassamento del limite massimo di età per l’accesso nella Polizia di Stato ridurrebbe drasticamente anche le possibilità di selezione di personale da parte dell’Amministrazione.

advertise

2. qualsiasi intervento sui limiti massimi di accesso ai vari ruoli della Polizia di Stato potrà essere preso in considerazione solo in un contesto di riflessione più ampia ed articolata con l’individuazione di un percorso certo e definito d’interventi normativi che realizzino la riforma ordinamentale delle carriere e dei percorsi professionali di tutto il personale, nell’ambito di un nuovo, moderno e funzionale assetto organizzativo della Polizia di Stato.

3. qualsiasi intervento sui limiti massimi di età per l’accesso ai vari ruoli della Polizia di Stato non può assolutamente comportare penalizzazioni tra il personale proveniente da altre Amministrazioni del Comparto sicurezza e difesa e quello che provenga, invece, da altre Amministrazioni pubbliche.

Premesso quanto sopra il parere del SIULP sullo schema di decreto di cui all’oggetto è NEGATIVO e considerato che l’informazione è stata effettuata ai sensi dell’art 25 del DPR 164/2002 chiede ai sensi dell’art 26 del medesimo provvedimento l’ESAME CONGIUNTO sulla materia.”

Advertisement