Scrutini per merito – 31-12-2022 e 30-06-2023, per la promozione Ispettore

4147

IN. 333/ISP/I/SEZ2/UPC Prot:11580

Comunicazione, ai sensi degli articoli 7 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n.241, di avvio dell iter procedimentale degli scrutini per merito assoluto, riferiti al 31 dicembre 2022 ed al 30 giugno 2023, per la promozione alla qualifica di ispettore del personale appartenente al ruolo degli ispettori della Polizia di Stato che ha maturato l’anzianità nella qualifica prevista dal decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982, n.335.

Si comunica, ai sensi dell’articolo 7 della legge 7 agosto 1990, n, 241, che questa Direzione centrale deve provvedere a predisporre gli atti per il conferimento della qualifica di ispettore della Polizia di Stato, mediante serutinio per merito assoluto a ruolo aperto, ai sensi di quanto disposto dall’articolo 28 del d.P.R. 24 aprile 1982, n.335, dei vice ispettori della: Polizia di Stato che hanno maturato lanzianità di due anni di effettivo servizio nella qualifica entro la data del 31 dicembre 2022°e del 30 giugno 2023, e’sono-in possesso dei requisiti previsti dalla normativa citata e dai criteri di massima per l’avanzamento alla qualifica di ispettore per gli anni 2022 e 2023

Il personale è ammesso allo scrutinio purché non incorra in uno dei seguenti casi di esclusione/sospensione:

  • articolo 61. del d.P.R, 24 aprile 1982, n. 335 (personale che nel triennio antecedente lo serutinio ha riportato la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio), in combinato disposto con larticolo 6, 2° e 3° comma del d.P.R; 25 ottobre 1981, n. 737;
  • articoli 91, 92 e 93 del d.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3; articolo:9, 1° e 2° comma, del d.P.R. 25 ottobre -1981, n. 737 (personale in atto sospeso: cautelarmente dal. servizio o la cui sospensione cautelare non è stata revocata a tutti gli effetti di legge);
  • articolo 205 del d.P.R. 10 gennaio: 1957, n. 3 (personale che nel triennio antecedente lo scrutinio ha riportato giudizi complessivi inferiori a “buono”);
  • articolo 61, 1° comma, e 68, 10° comma, del decreto. legislativo 5 ottobre 2000, n. :334 (personale rinviato a giudizio o ammesso ai riti alternativi, esclusivamente per i delitti richiamati nellarticolo 61);
  • – articolo 15, 1° comma, del decreto legislativo 28 luglio 1989,.n, 271 (mancanza del parere favorevole espresso dal Procuratore. generale presso la: Corte di Appello e/o dal Capo dellufficio del P.M. presso cui è istituita la sezione di polizia giudiziaria. Inoltre, ai sensi del successivo 3° comma, il suddetto parere deve essere redatto anche nei confronti dei dipendenti cessati dalle funzioni di polizia giudiziaria da non più di due’anni).

La scheda riassuntiva, di cui ai successivi paragrafi, dovrà essere inviata anche per quei dipendenti che versano in una delle situazioni sopracitate

ISTRUZIONI GENERALI PER GLI ENTI MATRICOLARI

Per tutti i destinatari dello scrutinio, in possesso della prescritta anzianità, deve essere generata dall’ente. matricolare una scheda riassuntiva delle: notizie desunte dallo stato matricolare, compilata mediante il programma dedicato.

Gli. enti matricolari interessati al procedimento riceveranno all’indirizzo p.e.c. istituzionale, con separata successiva comunicazione, le schede del personale ammesso allo serutinio, tramite file in formato “ms access”, nonché la. documentazione connessa alla funzionalità del sistema (manuale d’uso e istruzioni operative).

Allatto della ricezione, gli enti .matricolari avranno cura di verificare l’esattezza dellelenco del personale interessato ai procedimenti di scrutinio presente nellapplicativo, in caso di riscontro di eventuali discrasie, di darne tempestiva comunicazione al Servizio ispettori di questa Direzione centrale – 1^ Divisione – 2^ Sezione – Ufficio progressione di carriera, all’indirizzo e-mail corporate: dipps.statogiuridicoispettori.rm@poliziadistato.it

Si prega di verificare che siano stati redatti i rapporti informativi relativi al triennio antecedente lo scrutinio, sanando eventuali ritardi, Al riguardo, si precisa che per il personale da scrutinare, nei cui confronti non è stato redatto uno o più rapporti informativi nel triennio di riferimento dello scrutinio, perché assente dal servizio a qualsiasi titolo (sospensione cautelare, infermità, maternità, aspettativa ecc.), dovrà essere inviata anche copia aggiornata del foglio matricolare, nonché copia dellultimo rapporto informativo redatto, al fine di consentire alla Commissione del ruolo degli ispettori di cui all’articolo 69 del d.P.R. 24 aprile 1982, n. 335 di poter esprimere il giudizio complessivo ai sensi dell’articolo 53 del d.P.R. 10 gennaio 1957 n. 3.

Le schede notizie relative allo scrutinio devono essere inviate anche per il personale cessato dal servizio, purché abbia compiuto i due anni utili per l’avanzamento prima della  cessazione

Si richiama, in particolare, lattenzione sulla esatta compilazione della parte relativa alle assenze dal servizio che comportino conseguenze sul periodo di servizio. realmente prestato, nonché sulla corretta compilazione della parte relativa ai procedimenti disciplinari e penali, intervenuti esclusivamente durante il servizio prestato nel ruolo degli ispettori.

Saranno considerate tutte le sanzioni disciplinari, per le quali non sia intervenuta la  riabilitazione, ad eccezione del richiamo orale. Solo in caso di sospensione cautelare. dal servizio la scheda riassuntiva dovrà essere corredata da copia-dei relativi: provvedimenti completi di relata di notifica o di eventuale revoca della misura.

Variazioni dei dati afferenti ai provvedimenti disciplinari. e/o penali, intervenute successivamente all’invio delle schede, dovranno essere tempestivamente comunicate fino al giorno precedente la data di riunione della Commissione che sarà pubblicata sul portale

DISPOSIZIONI FINALI PER LA TRASMISSIONE DELLA DOCUMENTAZIONE .

Allo scopo di garantire la speditezza del procedimento in parola, gli interessati potranno avanzare richiesta di accesso agli atti direttamente allente matricolare, che avrà cura | di esibire la documentazione endoprocedimentale di cui dispone o di istruirla peri successivo inoltro a questa Direzione centrale, garantendo il rispetto del principio di partecipazione, avendo il dipendente interessato facoltà di presentare osservazioni 0 presentare ulteriore documentazione inerente al procedimento in parola.

Al fine di addivenire tempestivamente alla. definizione della posizione degli interessati, si invitano gli uffici in indirizzo a sollecitare i dipendenti a sottoscrivere i fogli notizie con puntualità e celerità. In caso di impossibilità o non reperibilità del dipendente o di rifiuto a sottoscriverli, i fogli notizie dovranno essere trasmessi specificandone le cause della Le: schede, dopo essere state compilate mediante il predetto applicativo, dovranno essere portate a conoscenza degli interessati per essere sottoscritte. Al riguardo, si raccomanda di fornire ogni utile elemento informativo su quanto riportato nelle schede, al fine.

di garantire la più ampia e puntuale informazione agli interessati. Dopo la sottoscrizione del dirigente dell ufficio-ente matricolare, le stesse saranno scansionate; unitamente alla documentazione connessa, in formato “pdf” e restituite inderogabilmente entro. il 31 maggio 2023, all’indirizzo p.e.c. del citato Servizio ispettori – 1^ Divisione: dipps.035.800@pecps.interno.it, avendo cura di custodire agli atti gli originali.

Unitamente alle schede dovrà essere restituito, con le medesime modalità ed in formato compresso (.zip /.rar), anche il file access opportunamente aggiornato con i dati validati.

Per ogni eventuale supporto potrà essere contattato il personale dell’Ufficio progressione di carriera della 1^ Divisione del Servizio ispettori, all’indirizzo e-mail corporate dipps.statogiuridicoispettori.rm@bpoliziadistato.it, o in alternativa alle seguenti utenze telefoniche: 0646574-061-182-183 /0646573-612-835-526-91.

Il responsabile del procedimento è il direttore facente funzioni della 1^ Divisione del Servizio ispettori.

PDF CIRCOLARE

Advertisement