Sicurezza: Sindacati di Polizia in piazza Comunicato congiunto

59

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

Riportiamo il comunicato stampa congiunto
  
SICUREZZA: SINDACATI DI POLIZIA IN PIAZZA
  
Roma, 3 dicembre 2010 – “Si rafforzano le motivazioni che ci hanno portato ad annunciare nei giorni scorsi una manifestazione davanti a Montecitorio il 13 dicembre. Quello che è successo ieri alla Camera è un colpo basso per i comparti sicurezza e difesa. Non ci sono altre parole per definire il vergognoso comportamento della maggioranza che ha ritirato un proprio emendamento, mettendo a rischio l’operatività e l’efficienza dei servizi delle forze dell’ordine dal prossimo primo gennaio. Il 9 dicembre i principali sindacati di Polizia organizzeranno un volantinaggio in tutte le regioni per informare i cittadini di quel che è accaduto. Abbiamo inoltre deciso di organizzare una serie di proteste in tutte le regioni e capoluoghi di provincia, con modalità che i sindacati stanno valutando”.
 
E’ quanto affermano, in una nota, le segreterie nazionali dei sindacati di polizia Siulp, Sap, Siap, Silp-Cgil, Coisp, Sappe, Sapaf, Fns-Cisl, Fp-Cgil Penitenziaria e Forestale.
 
“L’emendamento presentato nell’ambito della conversione in legge del pacchetto sicurezza – continuano i sindacati – è fondamentale per la salvaguardia delle indennità specifiche per i servizi di Polizia, per l’indennità pensionabile, per gli avanzamenti di carriera e gli scatti, per gli assegni di funzione. Ai poliziotti italiani sono già stati imposti sacrifici gravosi e nonostante i tagli i risultati delle forze dell’ordine continuano ad arrivare. Vogliamo sperare che al Senato, come promesso dal ministro Maroni, ci possa essere un ripensamento per l’approvazione di questo fondamentale emendamento che recepisce gli ordini del giorno approvati più volte a seguito della nostra manifestazione di questa estate. Impegni che il Governo ha ribadito anche a settembre, in sede di contratto. Adesso il tempo delle parole è davvero finito”.
 
 
SIULP
SAP
SIAP
SILP-CGIL
COISP
SAPPE
SAPAF
FNS-CISL
 
lanci di agenzia

 

 

SICUREZZA:SINDACATI PS, DA GOVERNO COMPORTAMENTO VERGOGNOSO

 

 

 

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – Un ‘comportamento vergognoso’. Cosi’ i sindacati di polizia, polizia penitenziaria e corpo forestale definisco la decisione della maggioranza di ritirare un emendamento al decreto sicurezza sulla specificita’ delle forze di polizia, presentato dallo stesso governo.
‘Quello che e’ successo ieri alla Camera e’ un colpo basso per i comparti sicurezza e difesa – affermano i segretari di Siulp, Sap, Siap, Silp-Cgil, Coisp, Sappe, Sapaf, Fns-Cisl, Fp-Cgil Penitenziaria e Forestale – Con il ritiro dell’emendamento si mette a rischio l’operativita’ e l’efficienza dei servizi delle forze dell’ordine dal prossimo primo gennaio’. I sindacati hanno annunciato per il prossimo 9 dicembre un volantinaggio in tutte le regioni ‘per informare i cittadini di quel che e’ accaduto’ ‘L’emendamento presentato nell’ambito della conversione in legge del pacchetto sicurezza – spiegano i sindacati – e’ fondamentale per la salvaguardia delle indennita’ specifiche per i servizi di Polizia, per l’indennita’ pensionabile, per gli avanzamenti di carriera e gli scatti, per gli assegni di funzione. Ai poliziotti italiani sono gia’ stati imposti sacrifici gravosi e nonostante i tagli i risultati delle forze dell’ordine continuano ad arrivare’. ‘Vogliamo sperare che al Senato, come promesso dal ministro Maroni – concludono – ci possa essere un ripensamento per l’approvazione di questo fondamentale emendamento che recepisce gli ordini del giorno approvati piu’ volte a seguito della nostra manifestazione di questa estate. Impegni che il Governo ha ribadito anche a settembre, in sede di contratto. Adesso il tempo delle parole e’ davvero finito’.
 
 

 

Advertisement