SICUREZZA: SINDACATI PS, APRIRE CONFRONTO SERIO SU RIFORME

46

Ultimo aggiornamento 25/07/2013

(ANSA) – ROMA, 12 DIC – Prima di fare “qualsiasi riforma o modifica” su ció che riguarda la sicurezza, è opportuno “aprire un tavolo di confronto serio”. E’ quanto chiedono al futuro Parlamento i sindacati di polizia Siulp, Sap, Ugl e Consap e quelli dei vigili del fuoco Fns Cisl, Uil Pa, Conapo e Ugl nel corso di un convegno che si è tenuto oggi a Roma.
“Prima di fare modifiche – hanno ribadito le organizzazioni sindacali – serve una profonda riflessione per tutto quel che riguarda la sicurezza e il soccorso pubblico. Prendiamo atto che il taglio delle questure è saltato ma ora è necessario valutare seriamente le esigenze dei territori ed evitare di procedere con criteri burocratici o ragionieristici”. “Occorre creare – concludono i sindacati – le condizioni di legalita’ per permettere a cittadini e imprese di vivere e operare in sicurezza”.

SICUREZZA: SINDACATI, PRONTI A TAVOLO DI CONFRONTO SERIO
(AGI) – Roma, 12 dic. – “Prendiamo atto che il taglio delle questure e’ saltato e siamo pronti ad aprire un tavolo di confronto serio”. E’ quanto comunicano i maggiori sindacati del comparto sicurezza al termine del convegno che si e’ svolto oggi a Roma e che ha visto la partecipazione anche del ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri.
“Bisogna valutare seriamente le esigenze dei territori e non procedere con criteri burocratici o ragionieristici – si legge nella nota dei sindacati -.
Occorre creare le condizioni di legalita’ per permettere a cittadini e imprese di vivere e operare in sicurezza. Il convegno nazionale di oggi ha dato da questo punto di vista un contributo fondamentale”.
“Grazie all’iniziativa dei sindacati della polizia di Stato Siulp, Sap, Ugl, Consap e dei sindacati dei vigili del fuoco, Fns Cisl, Uil Pa, Conapo e Ugl Vvf – concludono -, e’ stata messa al centro dell’attenzione politica e anche di quella dei responsabili tecnici dei dipartimenti la necessita’, prima di qualsiasi riforma o modifica, di una profonda riflessione per quel che riguarda la sicurezza e il soccorso pubblico”.

Advertisement