Sicurezza, Siulp: assurdo silenzio Governo dopo protesta Ps

25

Ultimo aggiornamento 08/07/2013

 

Articolo tratto da Conquiste del lavoro.it
“È veramente singolare, e politicamente miope, vedere come dopo una protesta così forte e unita, che non ha precedenti nella storia dei sindacati di polizia, il Governo continua a glissare sulle questioni vere che attanagliano il sistema sicurezza del nostro Paese”. Lo afferma il segretario del Siulp, felice Romano.
C’è, spiega Romano, “il serio rischio di collasso cui l’intero sistema può andare incontro se non vi sarà un’inversione di tendenza nella politica degli investimenti su questo delicato e vitale settore”.
“E che l’attenzione sulla sicurezza da parte del Governo sia solo formale e non sostanziale – prosegue il segretario del Siulp – è dimostrato dal totale disinteresse del Governo a dare le risorse anche quando queste ci sono e sono stanziate da finanziarie precedenti.
È infatti veramente incomprensibile come il Governo non trovi la volontà e il tempo di far firmare un decreto al ministro Tremonti, che trattiene indebitamente e ormai da molti mesi oltre 40 milioni di euro che servono a pagare la coda contrattuale ai poliziotti relativamente al biennio 2006-2007″.
 
Advertisement