TRIESTE, OMICIDIO POLIZIOTTI: Romano (Siulp), esito processo peserà su morale servitori dello Stato

1537

TRIESTE, OMICIDIO POLIZIOTTI: Romano (Siulp), esito processo peserà su morale servitori dello Stato.

Non cerchiamo vendetta, né vogliamo influenzare le legittime procedure che le liturgie dei nostri processi prevedono, ma è bene che tutti sappiano che l’esito di questo procedimento influenzerà moltissimo chi ha scelto di servire lo Stato.

E non certo per un fatto economico, ma per spirito di servizio e di rispetto dei nostri valori costituzionali. Ecco perché se eventuali stati di chi, premeditatamente non ha esitato a premere il grilletto di una pistola più volte contro chiunque lo incontrasse indossando una uniforme uccidendone due – Matteo e Pierluigi – possono portare ad una valutazione che ne tenga conto, un eventuale giudizio di non punibilità per totale incapacità di intendere e volere peserebbe moltissimo su chiunque ha scelto di servire lo Stato e anche sui poliziotti.

Abbiamo fiducia nella giustizia e attendiamo la fine dell’iter processuale, certi che la morte di Matteo e Pierluigi non debba essere ascritta alla lapide dei sacrifici inutili.

Roma, 15 marzo 2022

Advertisement