Lettera di ringraziamento del capo della Polizia Antonio Manganelli

888

Ultimo aggiornamento 22/06/2019

Di seguito la lettera del Capo della Polizia Antonio Manganelli, per ringraziare tutte le forze dell’ordine impegnate nella gestione dell’ordine pubblico in occasione del vertice G8 svoltosi all’Aquila. Il prefetto Manganelli ha voluto così condividere con gli operatori di polizia, che hanno lavorato senza sosta, le parole di apprezzamento che gli sono state rivolte dal ministro dell’Interno Roberto Maroni.

“Donne e Uomini della Polizia di Stato, é con emozione e con orgoglio che rivolgo a tutti Voi questa lettera.

Desidero dirvi grazie. Grazie per la professionalità, per l’equilibrio, per la capacità di controllare le emozioni, che avete mostrato nei delicati momenti vissuti in questi giorni.

advertise

 

Il nostro, ha dimostrato di essere un grande Paese, in grado di mettere in campo una straordinaria macchina organizzativa, impreziosita dalla cornice di massima sicurezza realizzata, con efficiente sinergia, da tutte le Forze di polizia e dalle Forze Armate.

 

Tutto il mondo ha guardato l’evento, tutto il mondo ha potuto giudicare. Ho ricevuto attestazioni di entusiastico apprezzamento da ogni parte e desidero che ciascuno di voi lo sappia. Di ciascuno di Voi è il merito, non certo di chi scrive.

 

Attraversate un pezzo della vostra vita con i colori dell’ Istituzione alla quale apparteniamo e di cui andiamo giustamente fieri. Un’Istituzione al passo con i tempi, pronta a rispondere alle complesse e mutevoli esigenze della società.

 

Ancora una volta tutto ha funzionato alla perfezione, in un clima di serenità e di massima armonia tra gli attori in campo. Possiamo perciò a ragione guardare avanti con fiducia, continuando a investire sulla formazione, in modo da far tesoro di ogni esperienza e mettere a fattor comune le”migliori pratiche”.

 

Il passato è esperienza, è il formidabile patrimonio di cui disponiamo oggi.

 

Tenerne conto è un dovere ma altrettanto doveroso è non indulgere in facili ma a volte ingenui confronti con singole vicende del passato: dati disomogenei non possono essere messi a confronto.

 

Diiversi sono generalmente i teatri degli eventi, diversi i contesti storici, non sempre paragonabili le modalità di manifestazione del dissenso.

 

Mi piace solo sottolineare che oggi abbiamo mostrato meravigliose qualità professionali ed umane. Abbiamo confermato la solidità del sistema di sicurezza del Paese, pur perfettibile, e la credibilità della nostra Istituzione, quotidiano garante dell’esercizio dei diritti di ciascuno.

 

Di questo Vi sono assai grato e, con il rinnovato impegno di continuare a portare con determinazione nelle sedi competenti le Vostre giuste istanze, abbraccio tutti affettuosamente.”

 

 

Antonio Manganelli

Advertisement