Bruxelles: Siulp, ok Orlando,sicurezza via da patto stabilità

    35

    (V. “Bruxelles: Orlando, flessibilità Ue…” delle 17.32)

    (ANSA) – ROMA, 24 MAR – “Condivido la proposta, fatta dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, sulla necessità di discutere di escludere le spese per la sicurezza dal patto di stabilità”. Lo afferma Felice Romano, segretario generale del sindacato di polizia Siulp.

    “La sicurezza – sottolinea Romano – non può più essere considerata un ‘costo di sistema’ ma un investimento per garantire la necessaria precondizione per la tutela dei cittadini ma anche per lo sviluppo economico e sociale dell’intera Europa”.

    “I tragici fatti di Bruxelles – prosegue il segretario del Siulp – hanno dimostrato come l’emergenza terrorismo sia ormai divenuta una costante con cui l’Europa deve fare i conti sino a quando le guerre in atto nei paesi da cui parte l’epocale flusso migratorio non saranno definitivamente cessate. Avere un sistema sicurezza adeguato non solo nelle professionalità ma anche nel numero dei poliziotti da dispiegare per fronteggiare questa quotidiana minaccia – conclude – è condizione imprescindibile per la sicurezza e la tranquillità del nostro Paese e dell’intero Occidente.

    advertise

    BELGIO: SIULP, proposta Ministro Orlando condizione imprescindibile per garantire sicurezza e contrasto a terrorismo.

    Condivido la proposta, fatta dal Ministro della Giustizia Andrea ORLANDO, a margine del vertice di Bruxelles dei Ministri di Giustizia e dell’Interno, circa la necessità di discutere di escludere le spese per la sicurezza dal patto di stabilità poiché la sicurezza non può più essere considerata un “costo di sistema” ma una investimento per garantire la necessaria precondizione per la tutela dei cittadini ma anche le condizioni per lo sviluppo economico e sociale dell’intera Europa.

    I tragici fatti di Bruxelles hanno dimostrato come l’emergenza terrorismo sia ormai divenuta una costante con cui l’Europa deve fare i conti sino a quando le guerre in atto nei paesi da cui parte l’epocale flusso migratorio non saranno definitivamente cessate.

    Avere un sistema sicurezza adeguato non solo nelle professionalità ma anche nel numero dei poliziotti da dispiegare per fronteggiare questa quotidiana minaccia, è condizione imprescindibile per la sicurezza e la tranquillità del nostro Paese e dell’intero occidente.

    Lo afferma in una nota Felice ROMANO, Segretario Generale del SIULP il più grande sindacato della Polizia di Stato, nella quale oltre che condividere la proposta del Ministro Orlando lancia anche un appello al governo che va nella stessa direzione.

    Scorporare le spese dal patto di stabilità, sottolinea Romano, è urgente e necessario per adeguare la sicurezza alle nuove sfide anche se ciò deve essere accompagnato da un altro necessario cambiamento. Occorre modificare la norma che disciplina l’arruolamento nelle Forze di polizia e reintrodurre “l’Agente Ausiliario” che, in poco meno di 9 mesi consente di selezionar4e e formare nuovi agenti capaci di rinforzare la già efficace azione posta a contrasto della minaccia terroristica.

    Questi due interventi, conclude il leader del SIULP, se attuati in fretta consentiranno di avere le risorse e gli strumenti per implementare il nostro sistema di security oltre che la sicurezza dei cittadini e della stessa democrazia.

    Advertisement