Direttivo Nazionale – documento finale 23 febbraio 2017

27

Ultimo aggiornamento 19/06/2019

Il Direttivo Nazionale del SIULP riunito a Roma il 23 febbraio 2017, APPROVA
la relazione e le conclusioni del Segretario Generale Nazionale e, in previsione dell’apertura della fase congressuale approva la proposta della composizione delle Commissioni Statuto, Regolamento e Tesi congressuali.
PRENDE ATTO
che solo grazie al notevole impegno profuso dal Siulp è stato possibile giungere al compimento di un faticosissimo percorso, ostacolato anche da logiche che poco hanno a
che fare con gli interessi della categoria;
RITIENE
che debba essere evidenziato in particolare il raggiungimento di storiche rivendicazioni del SIULP, quale la previsione di un accrescimento culturale di tutti i ruoli, tra cui: l’introduzione del diploma di scuola media superiore per i futuri allievi agenti; un corso di formazione per i futuri allievi vice ispettori al termine del quale verrà loro riconosciuta la laurea triennale, grazie alla quale potranno concorrere per accedere al nuovo ruolo direttivo; un titolo di studio grazie al quale il nuovo ruolo degli Ispettori, che nel riordino è definito a “vocazione direttiva”, alimentato esclusivamente dall’interno, offrirà la possibilità di concorrere per l’accesso al nuovo ruolo direttivo unificato, e successivamente all’area dirigenziale che prevederà altresì la contrattualizzazione e la dirigenzializzazione dell’attuale ruolo direttivo e dirigenti;
FERMI RESTANDO
i richiamati profili formali, va ricordato lo straordinario incremento retributivo di cui grazie alla riparametrazione ed alla stabilizzazione degli 80 euro beneficeranno tutti i colleghi, ed in special modo quelli che rivestono qualifiche apicali ai quali verranno attribuite anche funzioni di coordinamento, soprattutto se valutato in relazione all’attuale periodo storico ed alla congiuntura economica estremamente negativa che sta attraversando il nostro Paese;
ESPRIME
piena soddisfazione per la possibilità, assicurata a decine di migliaia di colleghi, di accedere a semplice domanda, con concorso per titoli, ai ruoli superiori, sanando sperequazioni e frustrazioni delle aspettative derivanti dagli squilibri di precedenti revisioni ordinamentali; di talché, anche per effetto del turn over dovuto al collocamento in quiescenza di migliaia di odierni Sovrintendenti ed all’allargamento a 24 mila unità dell’organico del ruolo, nei prossimi dieci anni tutti gli odierni assistenti capo – all’incirca 40 mila – potranno accedere – se lo vorranno – alla qualifica di vice sovrintendente mantenendo la garanzia della sede di servizio; analogamente, migliaia di sovrintendenti capo, sempre mantenendo la sede di servizio potranno accedere al ruolo degli ispettori a domanda, e con semplice concorso per titoli, così liberando i corrispondenti posti nel ruolo rendendoli fruibili ad altri assistenti capo; ultimo, ma non meno importante, i Sostituti commissari provenienti dal ruolo degli ispettori ante 1995;
CONSIDERA
altrettanto importante la garanzia data dall’Amministrazione della permanenza nella sede di servizio dei vincitori dell’ultimo concorso per 1400 posti da vice ispettore, e da mandato alla segreteria nazionale di compiere ogni utile sforzo per riuscire ad ottenere l’allargamento dell’accesso al corso a tutti gli oltre 1800 candidati risultati idonei;
Documento finale Direttivo Nazionale Siulp
APPROVATO CON UN SOLO VOTO CONTRARIO
Roma, 23 febbraio 2017

Advertisement