Discrasie economiche e normative Funzionari Dirigenti 101 e 102 Corso

546

Prot.: 8.1.1/167/2021

Oggetto: discrasie economiche e normative per i Funzionari Dirigenti del 101^ e 102^ Corso.

 

Signor Capo della Polizia,

abbiamo spiacevolmente appreso che i Colleghi Dirigenti del 101° corso non vedono corrisposte dall’Amministrazione alcune indennità accessorie a loro spettanti.
I colleghi hanno svolto il corso di formazione dirigenziale nel giugno 2019, che ha consentito loro di essere promossi alla qualifica di Vice Questore aggiunto con decorrenza retroattiva al gennaio 2019, ma nel periodo intercorrente tra il mese di gennaio 2019 ed il mese di maggio 2019, pur avendo svolto tale tipologia di servizio, non hanno percepito alcuna indennità relativa alla c.d. presenza qualificata (così come si confà alla qualifica dirigenziale) e nemmeno l’indennità relativa alla c.d. reperibilità, che sarebbe stata loro spettante nel caso in cui si fosse per assurdo considerato che nel periodo in argomento i colleghi mantenessero la qualifica direttiva.

Ma non solo.
Le ore di straordinario, sempre svolte nel periodo suindicato e quindi tra il mese di gennaio 2019 ed il mese di maggio 2019, sono state “liquidate” con il parametro previsto per i Funzionari aventi la qualifica di Commissario Capo, a conferma dell’evidente distonia che vede questi colleghi collocati in un limbo, nel quale vengono erroneamente considerati direttivi o non vengono considerati affatto.

Purtroppo la situazione rappresentata pare coinvolgere anche i Colleghi Dirigenti del 102^ corso, i quali, nonostante la nomina a Vice Questore aggiunto con decorrenza retrodatata al 1° gennaio 2020, non hanno visto aggiornato lo stipendio alla loro neo qualifica dirigenziale, il che crea indubbie ripercussioni in senso negativo anche in termini previdenziali e pensionistici, oltre che per quanto concerne l’adeguamento ISTAT.

Per quanto sopra, consapevoli della sua consueta attenzione alle problematiche dei Dirigenti della Polizia di Stato, chiediamo un suo interessamento per risolvere le cennate problematiche ed evitare che le stesse divengano una prassi per l’Amministrazione.

Con sentimenti di assoluta stima.
Felice Romano
Domenico Antonio Scali

 

PDF LETTERA

Advertisement