Esponenti forze dell’ordine contro Perrino per intervento in tv

3863

ANSA – ROMA 03 MAG – Poliziotti e carabinieri non hanno una cultura sufficiente per capire e segnalare ai magistrati situazioni complesse che possono portare a reati e violenze come quella avvenuta a Genova dove un uomo ha ucciso la sorella 34enne con 17 coltellate perche’ non le aveva dato i soldi.

E’ bufera sull’intervento del direttore di Affaritaliani Angelo Maria Perrino a ‘Ore 14′ su Rai 2 con i sindacati delle forze di polizia che parlano di un attacco vergognoso e di offese alla dignita’ di migliaia di donne e uomini che indossano la divisa. Voi pensate che un carabinieri o un poliziotto abbiano una cultura sufficiente per ben interpretare una vicenda come questa e ben trascriverla su un foglio di carta e mandarla al magistrato il quale possa poi decidere sulla base di un quadro articolato e complesso Assolutamente no – sono le parole di Perrino – Chiunque ha fatto una denuncia sa che i poliziotti e i carabinieri che sono amici dei giornalisti scrivono ancora con un dito .

Affermazioni improvvide che utilizzano stereotipi e modelli del primo novecento e offendono gratuitamente la dignita’ professionale delle donne e degli uomini delle forze dell’ordine dicono il segretario dell’Associazione nazionale funzionari di Polizia Anfp Enzo Letizia e del Siap Giuseppe Tiani che pur apprezzando la presa di distanza del conduttore della trasmissione chiedono che il servizio pubblico presti la massima attenzione nella selezione dei propri ospiti . Stessa richiesta arriva dal segretario del Siulp Felice Romano che parla di affermazioni che nascono da una cultura incistata di pregiudizi .

Si e’ oltrepassato il limite additando le donne e gli uomini delle forze di polizia come ignoranti e quindi incapaci di rappresentare alla magistratura le situazioni che poi sfociano purtroppo in dolorosi casi di cronaca nera. Pensavamo fosse superato lo stereotipo del carabiniere o del poliziotto che veste la divisa perche’ non in grado di svolgere altro lavoro. E invece no aggiunge il segretario dell’Usic uno dei sindacati dei Carabinieri Antonio Tarallo che definisce l’intervento vergognoso e lesivo per l’immagine dei corpi di polizia . La vicenda e’ finita anche all’attenzione del presidente della Commissione di vigilanza della Rai Alberto Barachini.

Crediamo sia doveroso – sottolinea il segretario del Coisp Domenico Pianese – che il servizio pubblico prenda formalmente le distanze da affermazioni offensive e macchiettistiche che in alcun modo sono accostabili a chi serve i cittadini e le Istituzioni del nostro Paese con professionalita’ e abnegazione .

ANSA . GUI 2022-05-03 13 37 S0B QBXB CRO

COMUNICATO Siulp, inaccettabili offese gratuite su tv dello stato

Advertisement