Il ruolo del BJJ4POLICE nella Formazione delle Forze dell’ordine

1161
IL RUOLO DEL BJJ4POLICE NELLA FORMAZIONE CONTINUA DELLE FORZE DELL’ORDINE

L’introduzione del Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ) nelle forze dell’ordine attraverso il programma BJJ4POLICE rappresenta un’evoluzione significativa nell’addestramento degli agenti di Polizia, mirando a migliorare sicurezza, operatività e relazioni comunitarie. La domanda crescente di metodi d’intervento che privilegino il controllo e la sicurezza, evitando l’uso eccessivo della forza, sottolinea l’urgenza di adottare tecniche come quelle del BJJ, efficaci nel garantire risultati nel rispetto dei principi di proporzionalità e minimizzazione del rischio.

BJJ4POLICE ambisce a realizzare un curriculum strutturato e progressivo, su misura per le esigenze specifiche delle forze dell’ordine. Il programma mira a dotare gli agenti di strumenti per affrontare le sfide quotidiane in modo più sicuro ed efficiente, promuovendo un dialogo e una comprensione reciproca con la comunità. Questa formazione non solo migliora le competenze tecniche ma contribuisce significativamente al benessere psicologico e fisico degli agenti, offrendo strategie per la gestione dello stress e la resilienza mentale, cruciali per chi opera in contesti di alta pressione.

I benefici dell’integrazione del BJJ nella formazione delle forze dell’ordine sono molteplici: dalla riduzione degli infortuni all’aumento dell’efficacia nelle procedure di arresto, fino al miglioramento della forma fisica e delle capacità di gestione dei conflitti. Questi aspetti portano a un approccio più controllato e rispettoso nelle interazioni con i cittadini, rafforzando la fiducia e il supporto della comunità verso le forze dell’ordine. Inoltre, la pratica regolare del BJJ insegna agli agenti l’importanza dell’adattabilità e della calma.

Il BJJ4POLICE è strutturato in tre fasi formative: primo livello, secondo livello e corso per istruttori.
L’obiettivo è quello di formare istruttori qualificati all’interno dell’amministrazione che possano contribuire a integrare il protocollo su larga scala, rendendo questa tecnica di difesa operativa una materia di studio obbligatoria.

L’implementazione del BJJ attraverso BJJ4Police offre una prospettiva innovativa per il futuro dell’addestramento delle forze dell’ordine, evidenziando la necessità di un continuo aggiornamento e adattamento delle metodologie di formazione. L’introduzione del BJJ nel curriculum della Polizia di Stato rappresenta un passo avanti nella professionalizzazione delle forze dell’ordine e un impegno verso la costruzione di una comunità più sicura e coesa.

Il programma BJJA4Police si sta consolidando come un elemento chiave nella formazione delle forze dell’ordine, con il SIULP Nazionale che investe significativamente nella sua promozione e implementazione in Italia. L’obiettivo è rendere la formazione BJJ4POLICE accessibile a un numero crescente di agenti, evidenziando l’impegno dell’organizzazione a fornire strumenti aggiornati e efficaci per la sicurezza e il benessere degli operatori. Per ulteriori informazioni, è disponibile il sito www.BJJ4POLICE.com.

Con grande entusiasmo, annunciamo il prossimo corso di formazione BJJA4Police, che segue gli eventi di successo a Milano e Bologna. Un nuovo corso è previsto per il 21, 22 e 23 Febbraio a Torino, organizzato dal SIULP Torino in collaborazione con il SIULP Nazionale. Questo evento offre agli agenti di polizia un’opportunità imperdibile per approfondire le tecniche del BJJ, specificamente adattate alle loro esigenze professionali.

Il corso si svolgerà presso il CUS Torino, con tutte le spese interamente coperte dal SIULP, sottolineando l’importanza dell’addestramento continuo e della professionalizzazione delle forze di Polizia.

Advertisement