Mobilità sovrintendenti della Polizia di Stato. Trasferimenti dicembre 2022

4426
Mobilità del personale del ruolo ordinario dei sovrintendenti della Polizia di Stato.
Trasferimenti dicembre 2022

In considerazione dell’assegnazione del 31° corso di formazione professionale per la nomina alla qualifica di vice sovrintendente della Polizia di Stato, riferito all’annualità 2019, il Servizio sovrintendenti, assistenti e agenti ha programmato una movimentazione di personale del ruolo sovrintendenti già in servizio.

I dipendenti interessati potranno avanzare istanza di trasferimento, come da circolare n.333D/121.M4/2017 del 15 gennaio 2018, esclusivamente mediante l’apposita modulistica on line disponibile nel portale mobilità all’indirizzo https://portalemobilita.cen.poliziadistato.it, entro e non oltre il giorno 30 ottobre 2022.

Entro la stessa data, i dipendenti che, successivamente all’inserimento della domanda di trasferimento nel portale, sono stati destinatari di un provvedimento di mobilità ai sensi dell’art. 44 del decreto del Presidente della Repubblica nr. 782 del 28/10/1985, – atteso che il sistema informatico non prevede automatismi per la modifica del dato – dovranno procedere all’inserimento di una nuova domanda avendo cura di immettere il nuovo ufficio nel campo relativo al reparto di servizio.

Gli uffici del personale di ciascuna articolazione della Polizia di Stato dovranno esprimere il parere di competenza contestualmente alla presentazione della domanda e, comunque, non oltre il successivo 6 novembre, in via esclusiva, mediante il portale mobilità.

advertise

Si ricorda che tutte le domande di trasferimento hanno la validità di 3 anni dalla data di inserimento nella piattaforma, come previsto dalla citata circolare del 15 gennaio 2018. Pertanto, le istanze prodotte fino a tutto il mese di settembre 2019 sono archiviate. A tal riguardo, i dipendenti che ne abbiano ancora interesse dovranno inserire una nuova istanza nel portale mobilità.
AI fine di valutare le aspirazioni dei dipendenti interessati agli uffici della Polizia postale e delle comunicazioni è disponibile il questionario tecnico nell’home page del portale mobilità.

Il formulario consentirà all’interessato di dichiarare le proprie conoscenze/competenze tecnico-informatiche che permetteranno all’Amministrazione di selezionare le necessarie professionalità da destinare al settore specialistico, come già avvenuto in occasione dei precedenti movimenti. Il personale, ritenuto idoneo all’impiego nel servizio di Polizia postale, sarà individuato nell’ambito della graduatoria di sede della specialità.

Allo scopo di consentire al personale interessato una valutazione più approfondita delle richieste di trasferimento avanzate si rappresenta che dall’ 1 al 6 novembre pp.vv. Il portale consentirà esclusivamente la revoca dell’istanza di trasferimento, senza possibilità di integrazione o modifica della stessa.

Si ribadisce che le istanze di trasferimento e/o revoca pervenute in formato cartaceo non potranno essere prese in considerazione, attesa l’esclusività del portale quale strumento per la gestione della mobilità ordinaria.

Il personale in parola potrà prendere visione della posizione in graduatoria, dell’anzianità di sede, di reparto e di nomina in ruolo che hanno contribuito a determinarla. Qualora si riscontrassero discrasie si avrà cura di contattare questo ufficio mediante e-mail deru.ssaa.segreteria@interno.it.

I Questori ed i Dirigenti di tutte le articolazioni periferiche, nonché i Direttori dei Servizi degli Uffici centrali, sono invitati a vigilare affinché i responsabili degli uffici del personale si attengano scrupolosamente alla corretta e puntuale osservanza delle indicazioni contenute nella presente circolare in ordine sia alla modalità di revoca delle istanze di trasferimento avanzate dal personale nel portale mobilità, sia al rispetto dei termini per l’inoltro dei pareri e/o delle informazioni di competenza.

Questi ultimi dovranno pervenire, senza eccezione alcuna, prima della conclusione della procedura di mobilità, in modo da consentire la sostituzione di coloro a carico dei quali emergano elementi e/o informazioni negative che ne sconsiglino il trasferimento.
Si ricorda, infatti, che gli atti prodotti dagli uffici diretti dalle SS.LL. concorrono ad integrare l’iter procedimentale che si conclude con il provvedimento di trasferimento a firma del Capo della Polizia – Direttore generale della Pubblica Sicurezza.

Per quanto non riportato nella presente si rimanda al contenuto della circolare prot. 333D/121.M.4/2017 datata 15 gennaio 2018 e al manuale operativo disponibile nel portale.

Si fa riserva di comunicare la data di decorrenza dei trasferimenti in argomento, attesa la concomitanza di altre procedure di mobilità.

PDF CIRCOLARE

Advertisement