Richiesta chiarimenti urgenti Adeguamento ISTAT Dirigenza PS

250

Ultimo aggiornamento 15/10/2022

Adeguamento ISTAT trattamento retributivo della Dirigenza della Polizia di Stato – Richiesta chiarimenti urgenti

Riportiamo la nota del 13 ottobre u.s. inviata al Vice Capo della Polizia dalla Segreteria Nazionale:

Nel rinnovarLe i nostri auguri per il nuovo prestigioso incarico e nell’attesa che si definisca la delicata fase istituzionale di insediamento del nuovo esecutivo, non possiamo esimerci dall’evidenziare, al fine di definire priorità e impegno programmatico, la particolare situazione ed i conseguenti effetti negativi connessi all’attuale posizione dei Dirigenti della Polizia di Stato.

Come noto nel 2018 la nostra Dirigenza dopo un percorso tortuoso e complesso, ma fortemente voluto dal SIULP, ha visto concretizzarsi il riconoscimento dell’autonoma area contrattuale. Tale importante conquista – che nonostante la nostra contrarietà ha interessato solo le voci accessorie e taluni istituti normativi – ci consegna un iter deludente giacché, da ben quattro anni,  per carenza di risorse, non ha consentito di poter giungere ad un’intesa per sottoscrivere il primo contratto, strategicamente delicato per le sorti della sicurezza atteso che è rivolto a coloro che sono chiamati ad interpretarne e garantire la delicata funzione di mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, oltre che quella di contrasto al crimine, nell’ambito delle strategie indicate dall’Autorità nazionale di P.S. e dalle esigenze investigative.

Pur consapevoli che tali rivendicazioni non potranno che essere indirizzate al nuovo esecutivo, al quale chiederemo un incontro urgente in merito, certi ci riserverà la massima attenzione alle istanze che rappresenteremo anche alla luce degli scenari che si stanno delineando e che richiederanno un maggiore e più complesso impegno dell’apparato sicurezza, vi sono alcuni aspetti che, invece, necessitano di chiarimenti in sede tecnica. Tra questi, sicuramente, rientra la individuazione degli stanziamenti di bilancio appostati per la definizione del primo contratto ad integrazione di quello originario da tutti, esecutivo compreso, definito assolutamente insufficiente per sostenere adeguatamente l’importante procedura negoziale da troppo tempo attesa.

Altra questione, da qui la necessità di un Suo autorevole intervento, che necessita di un chiarimento urgente concerne l’adeguamento ISTAT, applicato al trattamento economico del personale dirigente, che stabilisce l’incremento medio della retribuzione dei dipendenti pubblici non contrattualizzati.

In merito si chiede di conoscere se esistano particolari limiti ed ostacoli, per i dirigenti della polizia di Stato, al riconoscimento del beneficio corrisposto al personale dei magistrati ed equiparati con il decreto triennale, emanato in esito al DPR 6 agosto 2021 (adeguamento stipendi ed indennità) che attribuisce, oltre agli adeguamenti cosiddetti Istat, vengono riconosciuti, ai sensi dell’art. 2, adeguamenti economici nella misura dell’1,46%, con decorrenza rispettivamente dal 1 gennaio 2022 e dal 1 gennaio 2023, a titolo di acconto sull’adeguamento stipendiale del triennio successivo.-

In ultimo, sempre nell’ottica dell’equità per la categoria, abbiamo più volte sollecitato l’emanazione dei decreti concernente il fondo perequativo per la valorizzazione dei Vice Questori Aggiunti e Vice Questori, e corrispondenti qualifiche dei ruoli dei Tecnici, relativi agli anni 2020/2021 ancora oggi non corrisposti.

Signor Vice Capo, comprenderà come i richiamati chiarimenti hanno incidenza sulle opportune e necessarie rivendicazioni politico sindacali a favore della Dirigenza della Polizia di Stato e sulla sua difficile comparazione con ogni altra forma di dirigenza nella P.A., una dirigenza strategica, altamente professionale ed operativa, su cui grava la pesantissima responsabilità del ruolo di Autorità di P.S. che incide anche sul sociale e che necessita di essere adeguatamente retribuita e necessariamente valorizzata”.

Advertisement