Rivalutazione Pensioni 2024

6497

Ultimo aggiornamento 04/01/2024

Pervengono ancora richieste di chiarimenti al riguardo della perequazione dei trattamenti pensionistici per il 2024, con particolare riferimento al “quantum”.

A partire dal primo gennaio 2024, l’adeguamento provvisorio all’inflazione è pari a +5,4% per le pensioni. Il valore è stato calcolato sulla base della variazione percentuale che si è verificata negli indici dei prezzi al consumo forniti dall’Istat il 7 novembre 2023 rispetto al 2022. Si ricorda che l’aumento degli assegni delle pensioni viene riconosciuto nelle modalità previste dalla normativa vigente al 1° gennaio 2024.

Per quel che concerne le modalità, il decreto ministeriale lavoro – economia, ha mantenuto, per l’anno 2024 le sei Fasce di perequazione (va ricordato che per ogni fascia è previsto un importo), in base alle quali la rivalutazione piena al 100% è riconosciuta solo alle pensioni con un importi mensili (fino 2.271,56 euro lordi) pari a 4 volte superiori al trattamento il minimo INPS dell’anno 2023 pari a 567,94 €

advertise

La modifica concerne esclusivamente la classe di importo superiore a dieci volte il trattamento minimo INPS, per le quali viene fissata l’aliquota di rivalutazione del 22%, invece che del 32% come nel 2023

La tabella della rivalutazione delle pensioni a partire da gennaio e fino a dicembre 2024 è quindi la seguente:

 

Fascia pensione – importo dicembre 2023

percentuale di applicazione a gennaio 2024

esempio importo rivalutato 2024

Trattamento Il Minimo anno 2023

= 567,94 euro

rivalutazione del 100% (aumento effettivo pari al 5,4%)

pensione di 567,94 euro x 5,4%

 = 598,61 euro (*) 

pensioni fino a 4 volte il minimo = fino a 2.271,76 euro

rivalutazione del 100% (aumento effettivo pari al 5,4%)

pensione di 1.500,00 euro x 5,4%

 = 1.581,00 euro 

pensioni da 4 a 5 volte il minimo =

da 2.271,77 a 2.839,70 euro

rivalutazione dell’85%

(aumento effettivo pari al 4,59%)

pensione di 2.500,00 euro x 4,59%

= 2.614,75 euro 

pensioni da 5 a 6 volte il minimo =

da 2.839,71 a 3.407,64 euro

rivalutazione del  53%

 (aumento effettivo pari al 2,862,%)

pensione da 3.000,00 euro x 2,862 % =3.085,86 euro

pensioni da 6 a 8 volte il minimo =   da 3.407,65 a 4.543,52 euro

rivalutazione del 47%    

 (aumento effettivo pari al 2,538%)

pensione da 4000 euro x 2,538% 

= 4.101,52 euro

pensioni da 8 a 10 volte il minimo = da 4.543,53 a 5.679,40 euro

rivalutazione del 37%       

(aumento effettivo pari al 1,998%)

pensione da 5.000,00 euro x 1,998%

 = 5.099,9 euro

pensioni oltre 10 volte il minimo = oltre 5.679,41 euro

rivalutazione del 22%        

(aumento effettivo pari al 1,188%)

pensione da 6,000,00 euro x 1,188%

 = 6,071,28 euro

(*) Trattamento Minimo INPS Provvisorio (5,40%) = 598,61 euro anno 2024

 

Esempio: Con l’anticipo della rivalutazione del 5,40%, un assegno il cui importo mensile ammontava 3.715,30 euro lordi, fascia di reddito tra 6 e 8 volte all’inizio del 2024, è aumentato di 94,29 euro lordi, l’importo dell’assegno raggiunge una cifra mensile 3.809,59 euro lordi

Formula: € 3.715,30 *5,4%*47% = € 94,28

Advertisement