Romano: Scorrimento concorso a 263 posti V.Ispettore

6122

Lettera al Al Capo della Polizia – Prefetto Lamberto Giannini

Concorsi interni, per vice ispettore del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato. Scorrimento graduatorie.

Sig. Capo della Polizia,

come è noto, in diverse occasione questa O.S. a fronte della grave carenza degli organici, destinata ad aggravarsi nei prossimi anni per effetto dei pensionamenti, aveva sollecitato l’avvio delle procedure concorsuali al fine di far fronte alla problematica de qua, seppur in presenza di un ostacolo non di poco momento costituito dall’emergenza pandemica in atto.

Pur apprezzando l’impegno del Dipartimento al fine di indire in tempi brevi nuovi concorsi appare evidente che ciò non può, in alcun modo costituire, almeno nell’immediato, una soluzione satisfativa.

In tal senso, nelle more di un’attività concorsuale a regime e dimensionata sul reale fabbisogno delle esigenze organiche, era stata prospettata la possibilità di dare corso allo scorrimento delle graduatorie dei concorsi in atto attingendo tra gli idonei non vincitori. Ciò avrebbe comportato (rectius: comporterebbe) non solo un effetto benefico sul piano economico ma, soprattutto, un’immissione immediata di risorse nei vari ruoli con un rilancio motivazionale per coloro i quali seppur idonei non erano risultati vincitori.

Tale ipotesi era stata prospettata anche per il concorso interno per vice ispettore di cui all’oggetto che, a fronte di 263 posti, ha visto ben 1222 appartenenti idonei che, in un momento particolarmente difficile per l’emergenza sanitaria in atto, hanno dato prova di impegno e dedizione sostenendo le prove concorsuali con profitto ma non riuscendo a coronare il proprio sforzo attesa l’esiguità dei posti disponibili.

Per tale motivo con la presente rinnoviamo, ancora una volta, l’invito ad una attenta riflessione in ordine all’opportunità di uno scorrimento che, rebus sic stantibus, finirebbe per esercitare, come già detto, riverberi positivi non solo sulle esigenze di ripianamento degli organici ma anche sul piano motivazionale degli idonei non vincitori che, in tal modo, vedrebbero premiati i propri sforzi e le proprie legittime aspettative.

In attesa di cortese cenno di riscontro cogliamo l’occasione per inviarLe sensi di rinnovata stima per la sensibilità che quotidianamente dimostra verso le donne e gli uomini della Polizia di Stato.

Il Segretario Generale Nazionale
Felice Romano

PDF LETTERA

Advertisement