Scrutinio per merito comparativo, per l’accesso alla qualifica iniziale Sovrintendenti

6532
Scrutinio per merito comparativo, per l’accesso alla qualifica iniziale del ruolo dei Sovrintendenti riferito al 31.12.2020, ai sensi dell’art. 24-quater, lettera a) del decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982, n. 335.

Ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 7 della legge 7.8.1990 n. 241, si comunica l’avvio della procedura di scrutinio per l’accesso alla qualifica iniziale del ruolo dei Sovrintendenti della Polizia di Stato, ai sensi dell’art. 24-quater, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982, n. 335, richiamato dall’art. 2, comma 1, lettera a bis), del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95.

La procedura di scrutinio per merito comparativo in esame è riferita alle vacanze al 31.12.2020, per la copertura di n. 1.475 posti (pari alla somma del 70% delle vacanze nel ruolo e delle 1.000 unità appositamente previste dall’art. 2, comma 1, lettera a — ter), del citato d.lgs. 95/2017), riservati agli assistenti capo che, ai sensi dell’art. 24 — quater, lettera a), comma 7, del citato d.P.R. 335/1982, precederanno nel ruolo i vincitori del concorso di cui alla successiva lettera b) e saranno nominati vice sovrintendenti con decorrenza giuridica dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello nel quale si sono verificate le vacanze e pertanto, a decorrere dal 1° gennaio 2021 e con decorrenza economica dal giorno successivo alla data di conclusione del corso di formazione.

Dei posti disponibili, n. 15 sono ulteriormente riservati, ai sensi dell’art. 2, del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, agli assistenti capo che abbiano conseguito l’attestato di bilinguismo di lingua tedesca di livello non inferiore al diploma di istruzione secondaria di primo grado (B1), purché siano in possesso degli altri requisiti previsti dalla presente circolare.

I vincitori di tali posti riservati verranno assegnati come sede di servizio, a mente della citata norma, ad uffici della Provincia Autonoma di Bolzano o che comunque abbiano competenza sul territorio di detta Provincia Autonoma con la prescritta permanenza di sede prevista dal comma 3 della norma in argomento.
Il personale che ha conseguito la qualifica di vice sovrintendente per merito straordinario, con decorrenza successiva al 1°.1.2021, può presentare istanza di partecipazione alla procedura di scrutinio, ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettera b-fer, del citato d.lgs. n.
95/2017, e, qualora risulti vincitore, gli è assicurata la conseguente ricostruzione di carriera.

Ciò premesso, è stato pubblicato sul portale https://doppiavela.poliziadistato.it lo stralcio del ruolo contenente l’elenco degli assistenti capo aventi diritto a partecipare (emendato di coloro che, medio tempore, non ne fanno più parte) in un numero largamente superiore a quello dei posti messi a scrutinio, con in calce lo stralcio degli ulteriori assistenti capo in possesso dell’attestato di bilinguismo che possono presentare domanda per i posti loro riservati.

L’art. 24-quater, del citato d.P.R. n. 335/1982, infatti, individua i soggetti aventi diritto a partecipare allo scrutinio, in ordine di ruolo nell’ambito delle domande presentate in un numero non superiore al doppio dei posti disponibili. Tale meccanismo, solo nel corso della procedura, renderà possibile individuare il limite massimo oltre il quale non è consentito acquisire ulteriori domande di partecipazione; con successiva comunicazione sarà precisata l’ultima posizione utile in ruolo, al di sotto della quale non verranno prese in esame ulteriori domande. i

Si comunica, inoltre, che sul citato portale sono stati pubblicati i criteri di massima adottati per lo scrutinio per merito comparativo per la promozione alla qualifica di vice sovrintendente della Polizia di Stato.

MODALITÀ PER LA COMPILAZIONE DELLE DOMANDE

Per la realizzazione delle procedure connesse all’espletamento dello scrutinio deve essere utilizzato l’apposito Portale, all’interno del quale i dipendenti aventi diritto a partecipare potranno presentare domanda nella seguente modalità:

1. la domanda di partecipazione allo scrutinio deve essere inviata entro il termine perentorio dei trenta giorni di apertura del Portale dal 03.04.2023 al 03.05.2023.
A tal fine dovrà essere utilizzata, a pena di esclusione, l’apposita procedura informatica presente nello stesso Portale https://doppiavela.poliziadistato.it (dove si dovrà cliccare sull’icona scrutiniosov.poliziadistato.it). I dipendenti potranno accedere al Portale mediante le medesime credenziali di accesso al Portale doppiavela o, in mancanza, con le credenziali della posta elettronica istituzionale; 2. nella domanda di partecipazione, il dipendente troverà già compilati i seguenti campi:

  1. cognome, nome, luogo e data di nascita;
  2. qualifica rivestita, data di decorrenza, data di assunzione in servizio;
  3. Ufficio/Reparto/Istituto e Sezione presso il quale presta servizio;
  4. ente matricolare di riferimento;

3. nella domanda di partecipazione il dipendente dovrà, altresì, dichiarare:

  1. se intende concorrere per i posti riservati ai possessori dell’attestato di bilinguismo; in tal caso, il candidato specificherà il relativo livello;
  2. i titoli di cui è in possesso, relativamente a quelli pubblicati nei criteri di massima, che saranno successivamente validati dall’ente matricolare di appartenenza, al fine della successiva valutazione da parte della Commissione per il ruolo dei sovrintendenti di cui all’art. 69 del citato d.P.R. n. 335/1982;
  3. di essere a conoscenza delle responsabilità penali previste in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’articolo 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;

4. al termine della procedura di presentazione della domanda di partecipazione ogni candidato riceverà, al proprio indirizzo corporate di posta elettronica, una e-mail con allegata la ricevuta di presentazione della domanda;

5. qualora il candidato volesse modificare l’istanza già trasmessa, dovrà annullarla ed inviarne una nuova versione, entro il termine perentorio di presentazione della domanda, osservando, a tal fine, le istruzioni presenti sul Portale. In ogni caso, alla scadenza del predetto termine perentorio, il sistema informatico non riceverà più dati;

6. i candidati sono tenuti a comunicare tempestivamente al Servizio sovrintendenti assistenti ed agenti — Sezione progressione di carriera di questa Direzione centrale, tramite l’Ufficio/Reparto/Istituto di appartenenza, ogni variazione di indirizzo e/o sede di servizio al seguente indirizzo PEC: dipps035.0901@pecps.interno.it;

7. l’Ufficio/Reparto/Istituto di appartenenza comunicherà tempestivamente al Servizio sovrintendenti assistenti ed agenti — Sezione progressione di carriera, ogni eventuale variazione della posizione giuridica o disciplinare del candidato intervenuta successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione allo scrutinio;

8. i candidati, nelle more della verifica del possesso dei requisiti, partecipano alla procedura “con riserva”; 9, l’istanza del candidato deve essere validata dall’ente matricolare entro i 30 giorni successivi decorrenti dalla scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione allo scrutinio, previa verifica della corrispondenza tra quanto dichiarato dal candidato e quanto risultante agli atti del fascicolo. Al termine della fase di validazione di ogni singola domanda, i dipendenti riceveranno, sulla mai/ istituzionale, la comunicazione relativa alle risultanze della propria scheda. Qualora dovessero essere riscontrate discordanze, gli interessati potranno presentare osservazioni o formulare documentate richieste di rettifica che dovranno essere inoltrate, per il tramite dell’ufficio di appartenenza, al seguente indirizzo PEC: dipps035.0901@pecps.interno.it.

CAUSE DI ESCLUSIONE DALLO SCRUTINIO

Per ciò che concerne le cause di esclusione dalla procedura di scrutinio, si rammenta che le stesse sono regolate dai seguenti articoli di legge:

  • art. 61 del d.P.R. 24.4.1982, n. 335 (personale che nel triennio precedente lo scrutinio ha riportato la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio);
  • art. 93 del d.P.R. 10.1.1957, n. 3 (personale sospeso cautelarmente dal servizio);
  • art. 205 del d.P.R. 10.1.1957, n. 3 (personale che nel triennio antecedente lo scrutinio ha riportato giudizi complessivi inferiori a “Buono”);
  • art. 15, 1° comma, del d.lgs. 28.7.1989, n. 271 (parere contrario espresso dai Procuratori generali presso le Corti d’appello e dai dirigenti degli uffici presso cui sono istituite le Sezioni di polizia giudiziaria) solo per il personale addetto alle sezioni;
  • art. 3-bis del d.lgs. 12.5.1995, n. 197.

VALUTAZIONI TITOLI E FORMAZIONE GRADUATORIA

Per ciò che concerne la valutazione dei titoli e la successiva predisposizione della graduatoria finale si precisa che:

  • i titoli ammessi a valutazione sono quelli approvati dalla competente commissione di cui all’art. 69, del citato d.P.R. n. 335/1982, nella seduta tenuta il 02.12.2022, nonché dal Consiglio di Amministrazione il 17.02.2023 e sono consultabili sul Portale https://doppiavela.poliziadistato.it;
  • i titoli devono essere conseguiti entro la data di scadenza della presentazione della domanda, pena il loro mancato riconoscimento;
  • il punteggio totale relativo a ciascun candidato è dato dalla somma dei singoli punteggi assegnati, per ciascuna categoria, ad ogni scrutinando; a parità di punteggio prevale la migliore posizione di ruolo occupata.

La Commissione del ruolo del sovrintendenti di cui all’art. 69, del citato d.P.R.
335/1982, presieduta dal Vice Direttore generale della pubblica sicurezza con funzioni vicarie, riconosciuta la regolarità del procedimento, approverà la graduatoria di merito e con successivo decreto del Capo della Polizia — Direttore generale della pubblica sicurezza, che sarà pubblicato sul Portale https://doppiavela.poliziadistato.it, saranno dichiarati i vincitori da avviare al previsto corso di formazione professionale.

I dati personali forniti dagli scrutinandi saranno raccolti e processati attraverso un sistema informatizzato presso il Ministero dell’interno — Dipartimento della pubblica sicurezza — Direzione centrale per gli affari generali e le politiche del personale della Polizia di Stato — Servizio sovrintendenti assistenti ed agenti – Sezione progressione di carriera, per le comprovate ragioni di pubblico interesse sottese allo scrutinio e al relativo adempimento. I medesimi dati potranno essere comunicati esclusivamente ad amministrazioni o enti pubblici interessati allo svolgimento dello scrutinio o alla posizione giuridico-economica dei candidati.

Si applicano, anche ai fini dell’esercizio dei diritti riservati agli interessati nei confronti del Ministero dell’interno – Dipartimento della pubblica sicurezza, le previsioni di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, così come modificato dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101.

Eventuali richieste di accesso ai documenti amministrativi da parte dei partecipanti allo scrutinio, ai sensi della normativa vigente, potranno essere trasmesse al seguente indirizzo PEC: dipps035.0901@pecps.interno.it.

Prima dell’avvio degli assistenti capo dichiarati idonei vincitori al previsto corso di formazione professionale, l’ Amministrazione pubblicherà le sedi disponibili a livello provinciale, significando che sarà loro assicurato il mantenimento della sede di servizio.

Il dipendente dichiarato vincitore ha facoltà di rinunciare all’accesso alla qualifica iniziale del ruolo dei sovrintendenti entro il termine di sette giorni dalla comunicazione della sede di successiva assegnazione, che deve essere effettuata prima dell’avvio al corso di formazione.

L’esercizio, per due volte, della facoltà di rinuncia all’accesso alla qualifica iniziale del ruolo dei sovrintendenti, da parte di soggetti a cui sia stata comunicata, in entrambi i casi, l’assegnazione con mantenimento della sede di servizio, è causa di esclusione dalla procedura scrutinale immediatamente successiva.

La presente circolare sarà pubblicata sul Portale https://doppiavela.poliziadistato.it.

Si precisa che l’ufficio che cura la fase istruttoria di tali procedure è la Divisione 14 del Servizio sovrintendenti, assistenti ed agenti di questa Direzione centrale; il responsabile del procedimento è il Direttore dell’anzidetta Divisione.

Per eventuali delucidazioni, potrà essere contattato l’Ufficio alle seguenti utenze telefoniche, 06-46575294- 46575549.

PDF Circolare Scrutinio

Advertisement