Attesa rilascio delle tessere di riconoscimento ex art. 79 DPR 335/1982

572

Ultimo aggiornamento 29/05/2021

Tempi di attesa per il rilascio delle tessere di riconoscimento ex art. 79 DPR 335/1982. Richiesta di chiarimenti.

Riportiamo di seguito la nota inviata all’Ufficio Relazioni Sindacali in data 25 maggio u.s.:

“Secondo quanto ci è stato segnalato si starebbero registrando ritardi consistenti nei rinnovi delle tessere di riconoscimento ex art. 79 DPR 335/1982. La problematica riguarderebbe in particolare il personale interessato dal passaggio ad un ruolo superiore. Parliamo di un numero di promozioni che, per effetto del completamento delle procedure dei numerosi concorsi interni previsti dal D.L. 95/2017 e dai successivi correttivi, sono da stimare in svariate migliaia.

Non è quindi difficile immaginare che le articolazioni chiamate a gestire queste pratiche siano state sottoposte ad un significativo appesantimento delle incombenze. Considerazione che porterebbe a giustificare un allungamento dei tempi di lavorazione.

Una pur comprensibile tolleranza non può però essere dilatata oltre i limiti della ragionevolezza, che a noi paiono essere stati ampiamente superati soprattutto nel momento in cui si prende atto di sostanziali differenze riservate ai partecipanti alle medesime procedure selettive.

L’esempio dei vincitori del concorso interno per 436 posti per Vice Commissario è quello che forse si presta, meglio di altri, a lumeggiare il lamentato disallineamento. Abbiamo infatti riscontrato che mentre alcuni neo Commissari hanno dovuto attendere appena poche settimane, sono la più parte quelli che aspettano da oltre un anno il rilascio della nuova tessera. Una distonia che appare ancor più stridente se si considera che, dopo l’iniziale effervescenza dell’immediato post riordino, il regime dei transiti interni si è andato gradualmente assestando su ritmi decisamente più blandi.

Per quanto la questione non sia destinata ad incidere sulla qualità della vita degli interessati, rappresenta pur sempre un indicatore di una più che perfettibile attenzione ad aspetti organizzativi che meriterebbero di essere più opportunamente valorizzati.

Tanto premesso, anche al fine di aderire alle richieste di quanti, e non sono pochi, si sono rivolti a noi per avere contezza della segnalata criticità, siamo a chiedere di poter conoscere quali siano i motivi di questa apparentemente eccessiva attesa, e quali siano le previsioni per riallineare a standard più consoni i tempi di lavorazione delle pratiche in narrativa”.

Advertisement