Concorso 1000 Vice Ispettore – Prove selettive – Richiesta chiarimenti

702

Ultimo aggiornamento 12/11/2021

Concorso pubblico a 1.000 posti da Vice Ispettore – Prove selettive – Trattamento economico e giuridico del personale della Polizia di Stato che concorre. Richiesta chiarimenti

Riportiamo il testo della lettera inviata in data 9 novembre u.s., all’ufficio per le Relazioni Sindacali del Dipartimento della P.S.:

In data 30 dicembre 2020 è stato bandito un concorso pubblico, per esami, per l’assunzione di 1000 Vice Ispettori della Polizia di Stato, di cui 167 riservati al personale appartenente al Ruolo dei Sovrintendenti e 167 riservati al personale del Ruolo Agenti e Assistenti in possesso di un’anzianità di servizio di almeno tre anni alla data della pubblicazione del bando.

In ordine al tipo di trattamento, e più in generale agli istituti giuridici applicabili per la partecipazione alle prove preselettive, che avranno inizio a partire dal prossimo 30 novembre, si stanno registrando difformità interpretative che rendono necessario un quanto più solerte chiarimento.

Più nello specifico, e per quanto qui più interessa, stando le contrastanti interpretazione degli uffici territoriali, occorre chiarire innanzitutto se, come noi riteniamo, agli appartenenti che partecipano per i posti riservati (167 + 167) competa il trattamento di missione, se del caso anche con concessione della c.d. misura forfetaria. E se, con riguardo invece a quanti, difettando del requisito dell’anzianità minima, parteciperanno come “esterni”, competa o meno il diritto alla giornata di congedo straordinario per esami prevista dall’art. 37 del DPR 3 del 1957, espressamente richiamato dall’art. 60 del DPR 782/1985.

Con l’occasione, atteso che potranno verosimilmente essere interessati anche appartenenti all’amministrazione che partecipano al concorso per i 50 posti riservati ai famigliari del personale delle Forze Armate o delle Forze di Polizia deceduto in servizio o per causa di servizio, sarebbe opportuno indicare se per costoro trovino applicazione le medesime disposizioni valide per il restante personale, o se invece debba valere un trattamento differenziato.”

Advertisement