Concorso interno 1141 Vice Ispettore – Convocazione alla prova orale

0

Concorso interno, per titoli ed esami, per la copertura di 1141 posti per vice ispettore del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia — Direttore Generale della Pubblica Sicurezza del 31 dicembre 2020.
Convocazione alla prova orale.
Trattamento economico di missione.

Si fa seguito alla circolare pari numero del 10 maggio 2022, riguardante le disposizioni sul trattamento economico di missione da corrispondere agli appartenenti ai ruoli della Polizia di Stato che sono risultati idonei alla prova scritta del concorso interno, per titoli ed esami, per la copertura di 1141 posti per vice ispettore del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza del 31 dicembre 2020.

Ai predetti dipendenti, convocati a Roma a partire dal 20 gennaio 2023, secondo le modalità pubblicate sul sito della Polizia di Stato, www.poliziadistato.it, per sostenere la prova orale del concorso che avrà luogo presso il Compendio “Ferdinando di Savoia”, sito in Roma alla via Castro Pretorio n. 5, compete il trattamento economico di missione nella misura prevista dalle vigenti disposizioni.
I candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento di identità nonché della tessera sanitaria o del codice fiscale su supporto magnetico.

In considerazione dell’indisponibilità di idonei alloggi presso strutture dell’’amministrazione aventi sede in Roma, il suddetto personale è autorizzato a fruire di vitto e alloggio presso strutture private.

A richiesta degli interessati si autorizza il trattamento economico forfettario previsto dall’art. 6, comma 11, del D.P.R. n. 170 dell’11/09/2007, come modificato dall’ art. 13, comma 12, del D.P.R. 16/04/2009 n. 51, sempre che ne sia verificata la spettanza.

Si autorizza l’uso del mezzo acreo qualora risulti l’effettiva economicità per l’amministrazione in relazione ai tempi ed alla distanza percorsa.

Tl diritto al trattamento di missione si perde nel caso in cui il dipendente interessato non si presenti alla prova orale senza giustificato motivo.

La presenza del candidato alla suddetta prova dovrà essere attestata con apposita dichiarazione da acquisire per la documentazione della trasferta.

L’onere per il pagamento del trattamento di missione andrà imputato al competente capitolo delle missioni nazionali e posto a carico del Dipartimento della pubblica sicurezza, Direzione Centrale per gli affari generali e le politiche del personale della Polizia di Stato ed andrà segnalato al Cenaps con le modalità vigenti.

La presente sarà consultabile sul sito https://doppiavela.poliziadistato.it ed anche sul sito della rete internet https://dv.poliziadistato.it.

 

PDF CIRCOLARE

Advertisement