Detrazione sulla pensione per coniuge a carico

1013

Ultimo aggiornamento 24/05/2024

Un nostro collega in pensione chiede chiarimenti in ordine alla detrazione per famigliari a carico con particolare riferimento al coniuge.

La detrazione spetta per i familiari, fra cui il coniuge, che percepiscono un reddito complessivo annuo, al lordo degli oneri deducibili, non superiore a 2.840,51 euro, limite elevato a 4mila euro per figli di età non superiore a 24 anni. Le detrazioni fiscali per carichi di famiglia (articolo 12 del TUIR) sono inoltre rapportate ai mesi dell’anno per i quali i familiari sono a carico.

Chi ha diritto alla detrazione IRPEF dalle tasse sulla pensione, per il coniuge a carico, deve fare domanda all’INPS, che inserisce l’agevolazione nel cedolino pensione.

advertise

Conseguentemente vige l’obbligo di comunicare all’INPS eventuali variazioni che impattano sul diritto alla detrazione (“Detrazioni fiscali – domanda e gestione”).

Dunque, non esiste alcun automatismo. Le richieste per la detrazione vanno inoltrate all’INPS, utilizzando l’apposito servizio online, dall’area riservata MyINPS con le credenziali

Se si ha diritto alla detrazione IRPEF dalle tasse sulla pensione, per il coniuge a carico, occorre fare domanda all’INPS, che inserirà l’agevolazione nel cedolino pensione.

Occorre, inoltre, sempre comunicare all’INPS eventuali variazioni che impattano sul diritto alla detrazione (“Detrazioni fiscali – domanda e gestione”).

Si considerano fiscalmente a carico i familiari che percepiscono un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro (4mila euro per figli di età fino a 24 anni). I familiari che possono essere indicati a carico sono:

–     il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;

–     i figli, compresi i figli naturali riconosciuti;

–     i figli adottivi o affidati;

–     gli altri familiari, a condizione che convivano con il titolare della prestazione erogata dall’INPS.

Una volta inviata la dichiarazione il sostituto d’imposta rinnova di anno in anno le detrazioni. L’INPS, tuttavia, potrebbe rilevare ex se eventuali variazioni della condizione economica e familiare e agire di conseguenza.

 

Advertisement