Impiego dei Reparti Mobili della Polizia di Stato. Disposizioni

510

Ultimo aggiornamento 27/09/2023

NR. 555/II-OP/DIV,1R

Nella complessa delicata attività di governo e gestione dell’ordine pubblico, il massiccio impiego di personale dei Reparti Inquadrati pone in rilievo l’esigenza di garantime, ai diversi livelli, di responsabilità, il pieno coinvolgimento durante le varie fasi del percorso di pianificazione/organizzazione dei servizi e di scelta delle strategie di intervento operativo.

In tal senso, un primo fondamentale momento conoscitivo è costituito dal prezioso strumento del Tavolo Tecnico del Questore, quale sede privilegiata per la condivisione degli elementi informativi utili alla corretta “costruzione” dei servizi operativi.

In tale contesto, tornerà utile avvalersi dell’elevata professionalità acquisita dal personale dei Reparti che, sulla scorta delle direttive impartite dal Questore, potranno fornire utili indicazioni finalizzate ad ottimizzare il loro impiego.

La qualificata partecipazione al Tavolo Tecnico delle componenti chiamate successivamente alla realizzazione operativa delle direttive ricevute, concorrerà significativamente ad eliminare “sfaldature” nell’esecuzione dei servizi, talvolta imputabili proprio alla mancata conoscenza del percorso di valutazione e di scelta, Per tali motivi andrà favorita la presenza al consesso dei Dirigenti/Funzionari di tutti Reparti impiegati, anche di quelli fuori sede, ricorrendo ove necessario alla modalità del collegamento da remoto.

In tale percorso, altrettanto significativa risulta la condivisione delle informazioni, relative all’evento da affrontare, nella fase antecedente al dispiegamento dei servizi, con tutto il personale impiegato.

Si fa riferimento al “briefing operativo”, che dovrà essere tenuto dal Dirigente/Funzionario del Reparto per garantire la necessaria circolarità informativa in ordine alla manifestazione, al livello della minaccia, alla catena di comando, alle modalità di impiego e ai dispositivi di protezione da utilizzare.

Va sottolineato poi il rilievo che assume l’ulteriore briefing realizzato dal Dirigente del servizio/Ufficiale di P.S, responsabile di settore, direttamente sullo scenario operativo che, rivolto ai capi squadra, andrà auspicabilmente esteso — ogni qualvolta sarà possibile — al maggior numero di operatori ai fini di una corretta condivisione di tutti gli elementi utili alla buona riuscita dei servizi.

Tale “momento organizzativo finale” dovrà essere arricchito, sul piano informativo, sul “livello di rilevanza politica” della manifestazione o dell’evento, al fine di poter partecipare al personale impiegato la necessaria o particolare “sensibilità” ed ‘attenzione’ richieste dalla specificità del servizio.

Anche la presenza del Funzionario del Reparto sul luogo dell’evento, con il compito di affiancare il Dirigente del servizio a supporto delle valutazioni a carattere tecnico-operativo, oltre a costituire un valido contributo, potrà tornare utile alla realizzazione di uno spirito di efficace compartecipazione. I Sigg. Questori, d’intesa con i Dirigenti dei Reparti Mobili, ne prevederanno quindi, con l’ordinanza di servizio, la presenza ogni qualvolta la complessità dell’evento ovvero il numero dei contingenti impiegati ne suggerisca l’opportunità.

E sempre nella prospettiva di voler realizzare spazi di proficuo confronto su tematiche peculiari e complesse, quali appunto la gestione dei servizi di ordine pubblico, andranno programmate presso i Reparti giornate di aggiornamento professionale affidate ai Dirigenti delle Questure, con un’acquisita esperienza di settore.

Si sensibilizzano, infine, le SS.LL. sull’opportunità di valorizzare adeguatamente sotto il profilo premiale, laddove ne ricorrano i presupposti, l’operato di tutto il personale impiegato in servizi di ordine pubblico, in ragione del contributo prestato e dello spirito di servizio dimostrato.

PDF CIRCOLARE

Advertisement