Selezione di personale “30° Corso di specializzazione per Cavalieri”

1890
Selezione di personale della Polizia di Stato per la frequenza del “30° Corso di specializzazione per Cavalieri”.

Presso il Centro di coordinamento dei servizi a cavallo e cinofili di Ladispoli è in programmazione lo svolgimento del “30° corso di specializzazione per Cavaliere della Polizia di Stato”, che avrà la durata di sedici settimane.

A detto corso è prevista la partecipazione di n. 10 (dieci) dipendenti della Polizia di Stato appartenenti ai ruoli ordinari dei sovrintendenti e degli agenti e assistenti che non abbiano qualifiche operativo-professionali di natura specialistica. Qualora in possesso, è necessario che i medesimi abbiano esercitato alla data del 25.11.2023 tale attività specialistica per il periodo richiesto nell’apposita circolare del corso al quale hanno partecipato.

A – requisiti per l’ammissione alla selezione (da possedere alla data del 25.11.2023)

1. patente ministeriale per la conduzione di autovetture in servizio di polizia;

advertise

2. età massima di anni 38 (non aver ancora compiuto 38 anni alla data del 25.11.2023);

3. non aver riportato condanne penali e non avere in corso procedimenti penali con provvedimenti di rinvio a giudizio;

4. disponibilità a prestare servizio come Cavaliere della Polizia di Stato per almeno 5 (cinque) anni, escluso il periodo del corso;

5. idoneità fisica preliminarmente accertata dal medico del reparto o da altro sanitario della Polizia di Stato e documentata da certificazione medica attestante l’assenza di infermità o di cause di servizio che possano inficiare il particolare servizio operativo.

B — criteri di valutazione ai fini della selezione

La selezione degli aspiranti avverrà tenendo conto dei seguenti titoli preferenziali da allegare alla domanda, conseguiti entro il 25.11.2023:

– patente “A” di cavaliere punti 1;

– patente “B” di cavaliere punti 2;

– patente di 1° grado di cavaliere punti 3;

– patente di 2° grado di cavaliere punti 4;

– brevetto istruttore federale 1° livello punti 5;

– brevetto istruttore federale 2° livello punti 6;

– brevetto istruttore federale 3° livello punti 7;

(i punteggi dei precedenti titoli preferenziali non sono cumulabili tra loro e saranno accettati esclusivamente i titoli F.I.S.E. relativi a brevetti “olimpionici”’)

– laurea in medicina veterinaria o equivalente punti 5;

– laurea triennale in veterinaria o equivalente punti 4;

– iscrizione alla laurea in medicina veterinaria o equivalente, con almeno la metà degli esami previsti dal piano di studi sostenuti punti 3; –

iscrizione alla laurea triennale in veterinaria o equivalente, con almeno la metà degli esami previsti dal piano di studi sostenuti punti 2;

– patente di guida ministeriale certificato “4” (ex 2° grado) punti 2;

– infermiere veterinario punti 2;

– maniscalco punti 2;

– corso per operatore nei servizi di scorta e sicurezza punti 1;

– corso primo soccorso “Full-D” o “B.L.S.D.” punti 1;

– corso controllo del territorio punti 1;

costituirà inoltre punteggio aggiuntivo:

– aver svolto servizio quale atleta nelle Fiamme Oro punti 1;

– essere stato impiegato, alla data del 25.11.2023 per almeno tre anni effettivi, esclusivamente in servizi di prevenzione o di controllo del territorio (per ogni triennio, fino ad un massimo di tre periodi) punti 0,5.

Il punteggio potrà essere attribuito previa attestazione del Dirigente dell’ufficio ove è stata svolta detta attività; in particolare, l’attestazione del Dirigente dovrà riportare esplicitamente ed esclusivamente il tipo di servizio effettuato (prevenzione e/o controllo del territorio) con data di inizio e fine dell’impiego.

La verifica dei titoli preferenziali e la redazione delle graduatorie verranno effettuate da una Commissione interna al Servizio reparti speciali; la somma dei titoli preferenziali costituirà il punteggio complessivo con il quale ciascun candidato sarà inserito nella graduatoria; a parità di punteggio avranno la precedenza i più giovani di età.

C – sedi a concorso e relative esigenze di organico

– Questura di Roma – Squadra a cavallo posti n. 8 (otto); – Questura di Torino – Squadra a cavallo posti n. 2 (due); D – condizioni per l’ammissione alla selezione

Entro e non oltre il 25.11.2023 gli aspiranti dovranno produrre la domanda di partecipazione

indicando i propri dati anagrafici, i recapiti telefonici e per.id., corredata da:

– certificazione di idoneità fisica;

– istanza di trasferimento per la sede a concorso per la quale si intende partecipare, condizionandola al favorevole esito del corso;

– titoli preferenziali eventualmente posseduti (di cui al punto “B” della circolare).

E – cause di esclusione dalla selezione

La inesistenza, anche di una sola, delle condizioni di cui al punto “A” comporta l’esclusione dalla selezione.

Le istanze, presentate all’ufficio di appartenenza e debitamente protocollate entro il 25.11.2023, dovranno essere trasmesse, unitamente alla richiesta documentazione, alla Direzione centrale per la polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato – Servizio reparti speciali – Divisione 3” all’indirizzo di posta elettronica certificata: dipps012.0600@pecps.interno.it.

Le istanze e le copie dei titoli preferenziali dovranno essere leggibili e la relativa conformità sarà verificata dall’ufficio di appartenenza; quest’ultimo, inoltre, dovrà comunicare che il proprio dipendente è in possesso di tutti i requisiti di cui alla lettera “A”, in particolare di quanto previsto ai punti “]” e “37.

Non potranno essere valutate le istanze pervenute al Servizio reparti speciali oltre il 28.11.2023.
Gli aspiranti in possesso dei requisiti sopra indicati verranno inseriti in una graduatoria provvisoria, sulla base dei titoli prodotti che verranno valutati da una Commissione istituita internamente al Servizio reparti speciali.

Coloro che si posizioneranno favorevolmente in graduatoria, verranno invitati a far pervenire al Servizio reparti speciali, entro il termine che sarà dallo stesso Servizio indicato, copia del possesso dei requisiti psico-fisici di idoneità alla specifica mansione, rilasciata dal medico della Polizia di Stato presso l’ufficio sanitario del reparto/ufficio di appartenenza, così come previsto dalla circolare (n.850/A49-506 datata 20.01.2020) sul decentramento delle procedure emanate dalla Direzione centrale di sanità.

I candidati che faranno pervenire, entro il termine stabilito, l’idoneità di cui sopra, saranno convocati presso il Centro psicotecnico della Polizia di Stato per essere sottoposti alle selezioni psico-attitudinali e, solo se risultati idonei, saranno inviati alle seguenti prove ginnico- atletiche, che verranno valutate da apposita Commissione:

– 1000 metri di corsa nel tempo massimo di 5 minuti per gli uomini e 6 minuti per le donne;

– 60 metri di corsa nel tempo massimo di 11 secondi per gli uomini e 13 secondi per le donne;

– una serie di balzi laterali in avanzamento, in posizione eretta, su una corda elastica lunga 8 metri e posizionata a 25 centimetri da terra;

– trazioni alla sbarra: n. 4 per gli uomini e n. 2 per le donne (continuative in un massimo di due minuti);

– due serie di piegamenti sulle braccia: n. 8 per gli uomini e n. 5 per le donne (continuativi in un tempo massimo di due minuti per ogni serie e con un intervallo di due minuti tra le serie).

Saranno considerati idonei i candidati che avranno superato almeno quattro delle cinque prove sopra descritte.

Superate le prove ginnico-atletiche, gli aspiranti verranno sottoposti alle prove di interazione ed affezione al cavallo, il cui esito sarà giudicato da apposita Commissione interna al Centro di coordinamento dei servizi a cavallo e cinofili di Ladispoli:

– compiere le operazioni di interazione e movimentazione; uscita del cavallo dal box, uso della cavezza;

– governo alla mano, “grooming”: uso della striglia, brusca, bruscone, pettine, spugna, stecca, sollevamento degli arti e uso del nettapiedi/curapiedi, pennello e grasso;

– sellare il cavallo, uso corretto dei finimenti;

– salire e scendere da cavallo;

– dissellare il cavallo, governo alla mano, ‘“grooming” di fine servizio;

– compiere le operazioni di interazione e movimentazione, entrata del cavallo nel box, uso della cavezza.
I candidati che avranno superato le visite mediche, le selezioni psico-attitudinali, le prove ginniche, quelle di interazione ed affezione con il cavallo e che si saranno utilmente collocati in graduatoria, previa verifica della Commissione interna al Servizio reparti speciali, verranno ammessi alla frequenza del corso in argomento.

Nel caso di eventuale incremento dei posti disponibili, saranno ammessi alla frequenza del corso ulteriori candidati risultati idonei secondo la graduatoria di cui sopra.

PDF CIRCOLARE

Advertisement