Formazione per dirigente in materia di salute e sicurezza luoghi di lavoro

1350
Formazione per Dirigente in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ex art. 37, comma 7 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Il decreto del Ministro dell’interno del 2 febbraio 2022 di individuazione dei soggetti destinatari degli obblighi attribuiti ai datori di lavoro delle Direzioni Centrali e degli Uffici di pari livello in cui si articola il Dipartimento della P.S. ha riproposto il tema della formazione delle figure prevenzionali individuate dalla norma.

AI riguardo, la Direzione Centrale di Sanità ha comunicato che, in adesione al comma 7 dell’articolo 37 del decreto legislativo 81/2008, sono stati predisposti dedicati percorsi formativi per la figura giuridica di garanzia dei dirigenti, il cui contenuto ricalca quanto previsto dall’ Accordo Stato – Regioni del 21 dicembre 2011, con delle ore integrative introdotte in funzione delle effettive particolari esigenze connesse al servizio espletato o alle peculiarità organizzative, richiamate dall’art. 1 co. 2 del D.M.
127 del 21 agosto 2019.

E’ stato previsto che la formazione in argomento, rivolta a tutte le carriere dei funzionari della Polizia di Stato, si svolga in e-learning, con modalità asincrona, con la qualificata partecipazione, in qualità di docenti, di professionalità dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, in attuazione all’accordo di collaborazione stipulato con quell’ Ateneo.

Si trasmette pertanto l’unito programma del corso di specie, per una preliminare condivisione con codeste OO.SS., peraltro funzionale per le successive consultazioni in capo alle figure datoriali.

advertise

PROGRAMMA DEL CORSO

MODULO 1: GIURIDICO-NORMATIVO

  • Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori.
  • Gli organi di vigilanza e le procedure ispettive; la funzione di vigilanza interna ex art. 13 comma 1 bis del D. Lgs. 81/08, il coordinamento funzionale con la ASL e l’INSL.
  • Soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità civile e penale.
  • Delega di funzioni.

MODULO 2: GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

  • Imodelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (articolo 30, D. Lgs. 81/08).
  • Modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsti al comma 3 bis dell’art. 18 del D. Lgs. 81/08.
  • Gestione della documentazione tecnico amministrativa.
  • Obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione.
  • Organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze.
  • La formazione e l’addestramento per le speciali mansioni quale strumento di prevenzione primaria.
  • Il ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione e protezione.

MODULO 3: INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

  • Criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi: i fattori di rischio e gli infortuni nella Polizia di Stato.
  • Il rischio da stress lavoro-correlato.
  • Il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età.
  • Il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello svolgimento di lavori in appalto.
  • La tutela assicurativa nella Polizia di Stato.
  • Le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio.
  • La considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti.
  • dispositivi di protezione individuale, le attrezzature specifiche e gli equipaggiamenti speciali della Polizia di Stato.
  • Il responsabile dell’Ufficio Sanitario, il medico competente e la sorveglianza sanitaria nell’ottica dei peculiari fattori di rischio nell’attività di polizia.

MODULO 4: COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI

  • Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo.
  • Tecniche di comunicazione.
  • Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti.
  • Importanza strategica dell’informazione, della formazione e addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale.
  • Consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
  • Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza nella Polizia di Stato.

MODULO 5: ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI CONTENUTE NEL D. LGS. 81/08 IN RAGIONE DELLE PECULIARITÀ ORGANIZZATIVE E DEI COMPITI DELLA POLIZIA DI STATO.

  • Art3, comma2 del D. Lgs 81/08: applicazione nei riguardi delle Forze di polizia del D. Lgs 81/08 in relazione alle effettive particolari esigenze connesse al servizio espletato o alle peculiarità organizzative: modelli di organizzazione e gestione.
  • Il decreto ministeriale n. 127 del 2019 “regolamento recante l’applicazione del D. Lgs 81/08 nell’ambito delle articolazioni centrali e periferiche della Polizia di Stato”.
  • Responsabilità dei dirigenti di uffici centrali e periferici in relazione alle determinazioni assunte per la pianificazione e gestione finanziaria delle risorse di bilancio, ovvero dell’assegnazione delle stesse sulla base delle richieste pervenute.
  • Controlli tecnici, verifiche, certificazioni, interventi strutturali e manutenzioni.
  • Psicologia dell’emergenza nella Polizia di Stato: protocolli generali e specialistici.

PDF CIRCOLARE

Advertisement