Mancanza Piano Vaccinazione Frequentatori del 212° Corso Allievi Agenti

618

Ultimo aggiornamento 09/04/2021

Mancanza di un piano di vaccinazione dei frequentatori del 212° Corso Allievi Agenti. Richiesta di intervento urgente

Riportiamo il testo della lettera inviata all’Ufficio Relazioni Sindacali in data 8 aprile 2021:

“Nella tarda serata di ieri la Direzione della Scuola Allievi Agenti di Alessandria ha confermato che, a seguito di controlli mirati, quattro dei frequentatori del 212° Corso sono risultati positivi al test per il Covid 19.
La notizia in sé non fa altro che confermare l’insidiosa capacità di diffusione del virus, che nemmeno i protocolli di distanziamento interpersonale, che diamo per assodato siano stati rispettati, riescono a scongiurare.

Non è quindi l’insorgenza di questo focolaio di contagio, circostanza purtroppo tutt’altro che inedita, la ragione per la quale siamo oggi a proporre una riflessione critica. Quanto perché, secondo quanto sarebbe emerso per nessuno degli Allievi Agenti effettivi alla Scuola di Alessandria, e probabilmente nemmeno per quelli assegnati agli altri istituti di istruzione, sarebbe stata prevista la vaccinazione.

Questo dipenderebbe, sempre secondo quello che abbiamo informalmente appreso, dal fatto che il periodo di permanenza continuativa presso la Scuola sarebbe di soli due mesi, e per l’effetto, qualora fosse stata inoculata la prima dose del presidio Astra Zeneca, non sarebbe stato possibile somministrare la dose di richiamo che, come noto, viene programmata a distanza di circa tre mesi.

Se questa informazione dovesse risultare confermata saremmo in presenza di una criticità che, a nostro sommesso avviso, pur con un inopportuno ritardo, dovrebbe indurre ad immaginare un piano di riprotezione di tutti i frequentatori, che altrimenti, considerata la giovane età, dovrebbero attendere mesi prima di poter accedere agli ordinari percorsi di vaccinazione.

Siamo quindi a chiedere una quanto più solerte attivazione delle competenti articolazioni dipartimentali per ovviare all’esposta problematica.”

Advertisement